Venerdì, 14 Maggio 2021
Attualità

L'indice Rt sotto il valore di 1, ma il Friuli resta lo stesso zona rossa

L'incidenza dei contagi per 100 mila abitanti, nonostante i miglioramenti, risulta ancora troppo elevata

Indice Rt che scende sotto il valore di 1, passando da 1.23 a 0,98 e contagi in diminuzione del 19 per cento (mentre un mese fa aumentavano del 60 per cento di settimana in settimana). I dati sono favorevoli per il Friuli Venezia Giulia, ma non bastano per scongiurare la zona rossa. E’ quanto emerge dalla bozza del report elaborato dall’Istituto superiore di Sanità e dal Ministero della Salute. L’incidenza dei contagi per 100mila abitanti risulta ancora molto elevata: tra il 24 e il 30 marzo è stata di 351 casi, ben al di sopra della soglia limite dei 250 che sancisce il passaggio alle condizioni più dure delle restrizioni previste. 

Dati

Il Friuli Venezia Giulia resterà quindi in lockdown, come tutto il resto d’Italia, per le festività pasquali e almeno fino al 6 aprile. Dalla bozza del report emerge che il numero di casi sintomatici notificati per mese è passato da 12.954 della passata settimana a 14.484 di quella. Resta ancora molto forte la pressione sugli ospedali della regione, con l’occupazione dei posti letto covid stabilmente sopra la soglia critica. Una lievissima flessione si registra nelle terapie intensive, passate dal 47 a 46 per cento di occupazione. Il numero di focolai attivi è aumentato, passando da 1.656 a 1.683. I nuovi focolai sono passati da 669 a 681.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'indice Rt sotto il valore di 1, ma il Friuli resta lo stesso zona rossa

UdineToday è in caricamento