menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montagna: in arrivo 114 milioni. Ecco come verranno spesi dalla Regione

La presidente Serracchiani ha presentato il piano di sviluppo per i territori coinvolti. «Occorre concentrarsi sugli aiuti alle imprese boschive ed a quelle per la lavorazione del legno (puntando su sistemi a rete e aggregazioni d'impresa), creando un logo identificativo della filiera stessa»

Sviluppo delle filiere e dei sistemi produttivi, tutela e cura del paesaggio, miglioramento dei servizi ed un prodotto turistico all'insegna della 'sostenibilità': è questa una prima 'ricetta', non esaustiva, come è stato sottolineato, che la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani ha presentato ieri a Udine illustrando indirizzi e azioni delle politiche regionali per la montagna nell'attuale legislatura.

Le iniziative potranno complessivamente godere di finanziamenti per oltre 114 milioni di euro, tenendo peraltro presente, ha rilevato la stessa presidente, «che il problema oggi non è solo quello di avere risorse ma di allocarle e spenderle». Insistendo sulla filiera del legno la presidente ha detto che «occorre concentrarsi sugli aiuti alle imprese boschive ed a quelle per la lavorazione del legno (puntando su sistemi a rete e aggregazioni d'impresa), creando un logo identificativo della filiera stessa, incentivando l'uso di legno certificato e lavorato in regione, promuovendo, da parte della Regione, la risorsa legno, formando nuove figure professionali. Abbiamo pensato ad una 'Scuola superiore dei Mestieri di Montagna', idea progettuale in fase embrionale, caratterizzata dalla valorizzazione di alcuni mestieri tradizionali reinterpretati in chiave innovativa nell'ambito delle filiere foresta-legno-arredo o foresta-legno-energia, l'area dell'agroalimentare, la lavorazione della pietra, il settore del turismo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, in Friuli continuano a calare ricoveri e contagi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento