Cavazzo, sano e salvo il parapendista precipitato

Si tratta di uno sloveno classe 1986, originario di Skofja Loka

Il parapendista avvistato in difficoltà nella zona di Cavazzo è sano e salvo. Stanno rientrando in questi minuti le squadre della stazione di Udine – Gemona del Soccorso Alpino e Speleologico che erano partite alla ricerca dell'uomo nella zona compresa tra il Monte San Simeone e il Monte Festa, sul versante Ovest. Sette i tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico che hanno preso parte all'intervento assieme ai soccorritori della Guardia di Finanza. Sul posto, in un primo tempo, anche i Vigili del Fuoco

Il soggetto, di nazionalità slovena, è stato avvistato alle 16.40 dopo vari sorvoli con l'elicottero della Protezione Civile mentre scendeva a piedi con la vela sulle spalle. Una squadra di soccorritori lo ha raggiunto per accompagnarlo a valle: è incolume. L'area in cui A. K., classe 1986 di Skofja Loka, ha effettuato l'atterraggio di emergenza è nota ai parapendisti locali come una zona pericolosa soprattutto sul versante Sud, Sud– Ovest tra le due alture segnalate, quella in cui si è verificata la manovra d'emergenza. A indicare la sua parabola discendente è stato un altro parapendista.

IMG-20200708-WA0001-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Grazie ai sistemi di rilevamento esistenti tra i parapendisti è stato possibile restringere l'area delle ricerche e infatti il punto in cui l'uomo è ricomparso è proprio quello su cui l'elicottero ha effettuato più sorvoli aerei. Ha raccontato di essere atterrato su una zona impervia ma su terreno morbido e di essere riuscito nonostante la ripidezza, a ripiegare la vela. Ha detto di essere partito da una località nei pressi del Lago di Bohinj. I familiari sono partiti dalla Slovenia per venirlo a riprendere in auto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il ristorante non vuole chiudere e garantisce posti letto a prezzi stracciati

  • La Slovenia chiude nuovamente il confine con l'Italia, anche il Fvg è considerato zona rossa

  • Coronavirus, 334 contagi e tre morti: c'è anche una donna di 41 anni

  • Fedriga e l'allarme Dpcm: "Spariranno migliaia di attività economiche"

  • Caffè, brioche, aperitivo e pizza tutto sullo stesso tavolo: la singolare protesta di un ristoratore udinese

  • Tre nuovi decessi da Covid19 in FVG: si tratta di due 78enni e un 59enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento