Tragedia sul campo di Sevegliano: Fabio Zuccheri muore a soli 20 anni

Il giovane, portiere del Sevegliano e originario della vicina Palmanova, si stava allenando con i suoi compagni di squadra per la preparazione estiva quando si è accasciato al suolo

Fabio Zuccheri

Erano passate da poco le 20.30 quando Fabio Zuccheri, classe 1995 di Palmanova, aveva iniziato ad allenarsi per la stagione in arrivo con i nuovi compagni del Sevegliano, sul campo della frazione di Bagnaria Arsa. Gli è bastato poco più di un giro di riscaldamento lungo il rettangolo verde per sentirsi male ed accasciarsi a terra.

UNA FAMIGLIA SEGNATA DA DIVERSE TRAGEDIE

A soccorrerlo subito Enrico Gattesco, preparatore dei portieri della squadra gialloblu, che ha provato a rianimarlo praticandogli il massaggio cardiaco. I soccorsi sono arrivati da lì a poco, ma per il ragazzo non c’è stato nulla da fare, e la sua vita si è spenta a soli 20 anni. 

LE INDAGINI DELLA PROCURA: AUTOPSIA E ACCERTAMENTI SULLE VISITE MEDICHE

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Impresa edile ha lavori fino ad aprile 2020 ma non trova operai: «Rischiamo di chiudere tutto»

  • Confonde l'acceleratore col freno e tampona cinque auto

  • Morto folgorato al primo giorno di lavoro, si va al processo

  • FOTONOTIZIA Auto ribaltata in tangenziale

  • Schianto nella notte, muore a 39 anni

  • Distruggono la piscina di Feletto, danni per oltre 50mila euro

Torna su
UdineToday è in caricamento