rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Cronaca

Autisti senza green pass lasciano a piedi una donna incinta

La giovane non è potuta rientrare a casa dopo il lavoro con i mezzi pubblici perché le corse della linea 1, che va dal Gervasutta a via Chiusaforte, passando per l'ospedale Santa Maria della Misericordia, erano state sospese, senza preavviso

Brutta avventura ieri per una giovane donna di Udine. Alle 18 esce dal luogo di lavoro in viale Europa Unita  e si reca alla fermata dell'autobus della linea 1. La signora deve rientrare a casa in viale Volontari della Libertà. Un lungo percorso da fare a piedi, quasi tre chilometri, soprattutto visto il suo stato. La donna, infatti, aspetta un bambino. Quindi, quotidianamente, usa i mezzi pubblici per andare e tornare dal lavoro. L'attesa si protrae per lunghissimi minuti. Una stranezza visto che, di solito, ci sono autobus ogni dieci minuti. Anche l'orario, valido dal 16 settembre, esposto alla fermata, prevede corse continue fino alle 20. Dopo aver aspettato invano più di mezz'ora, la donna decide di chiamare il numero verde dell'azienda Tpl Fvg per capire cosa stia succedendo. E qui l'amara sorpresa. Già dalla settimana scorsa, Tpl Fvg aveva diramato una comunicazione su possibili disagi e interruzioni del servizio e, nel documento, l'azienda diceva di non poter assicurare il rispetto di fasce di garanzia o servizi minimi ma che avrebbe pubblicato giorno per giorno tutte le informazioni disponibili.

La replica di Arriva Udine: corse sospese con debito preavviso

Trasporti a rischio

In realtà, le corse della linea 1 sono state sospese all'ultimo minuto e senza nessun preavviso. Tutto questo per la mancanza di autisti provvisti di green pass valido. Alla donna non resta che mettersi in cammino e attraversare la città a piedi. Nonostante il brusco calo delle temperature e la sua condizione delicata. La donna ha dichiarato: "Trovo che sia una situazione paradossale. Anche l'addetto dell'azienda che mi ha risposto al numero verde era tra l'amareggiato e l'arrabbiato per la situazione, come me. Questa è interruzione di servizio pubblico. E a pagarne le conseguenze sono tutti i cittadini. Trovo irresponsabile questo comportamento da parte degli autisti. E l'azienda o l’Amministrazione comunale dovrebbero prendere seri provvedimenti. Se c'è uno sciopero del trasporto locale, uno si organizza. Così, senza preavviso, è un grosso problema. Io mi sono fatta una lunga camminata anche se, nelle mie condizioni, forse sarebbe da evitare. Dopo un'intera giornata lavorativa, mi sono stancata troppo. E se al mio posto ci fosse stata un'anziana, un disabile o qualcuno che aveva  semplicemente bisogno di recarsi in ospedale?"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autisti senza green pass lasciano a piedi una donna incinta

UdineToday è in caricamento