Attualità

In Slovenia solo con il green pass: regole ed eccezioni per varcare il confine

Potrà varcare il confine solo chi avrà certificato di essere guarito dal Covid, con un tampone negativo anche se rapido o se vaccinati con entrambe le dosi (oppure dopo 21 giorni dalla prima dose di Astrazeneca)

Da ieri, giovedì 15 luglio, in Slovenia si entra solo con il green pass. Il che significa che potrà varcare il confine solo chi avrà certificato di essere guarito dal Covid, con un tampone negativo anche se rapido o se vaccinati con entrambe le dosi. Quest'ultima regola non vale per chi è stato vaccinato con Astrazeneca, che viene considerato immunizzato già a partire da 21 giorni dalla prima dose.

Regole

L'obbligo di essere dotati di green pass non riguarda i minori di 15 anni quando accompagnati, i proprietari di terreni agricoli oltreconfine e chi è in transito ed esce dalla Slovenia entro 12 ore senza fermarsi se non nelle stazioni di servizio. Questo significa che se si vuole fare il pieno non serve il pass, mentre chi si ferma per fare la spesa o vuole mangiare in Slovenia è obbligato ad averlo con sè. La regola delle 12 ore è a favore di lavoratori transfrontalieri e turisti che hanno come destinazione la Croazia, anche se vaccinati con una sola dose, mentre transfrontalieri tra Italia e Slovenia dovranno comunque effettuare un tampone ogni 48 ore.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Slovenia solo con il green pass: regole ed eccezioni per varcare il confine

UdineToday è in caricamento