Ricordati insieme a Udine Regeni e Kuciak

Fogolâr Civic e Academie dal Friûl celebreranno il 25 di ogni mese la “meglio” gioventù della Mitteleuropa impegnata contro tiranni e malavitosi di casa e nel mondo. Travain: “Richiamo patriottico e cosmopolita alla rivolta popolare permanente a tutela del bene comune nello spirito irriducibile di Madre Aquileia!”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Domenica 25 marzo 2018, a due anni e due mesi dalla scomparsa del probo giovane ricercatore friulano Giulio Regeni e nel trigesimo del ritrovamento del corpo senza vita dell'altrettanto giovane e probo giornalista slovacco Jan Kuciak, il Movimento Civico Culturale Alpino-Adriatico “Fogolâr Civic” e il Circolo Universitario Friulano “Academie dal Friûl” hanno reso omaggio ad entrambi a Udine, “Nuova Aquileia”, erede della prima metropoli mitteleuropea, presso la locale colonna forense della Giustizia. “Rinnoveremo il 25 di ogni mese questa dedica al fiore della gioventù mitteleuropea di oggi: ad un martire cosmopolita della tirannide egiziana odierna amica di governi e affaristi italiani e ad un altro martire, invece patriottico, vittima della malavita straniera ed autoctona del suo Paese. Esempi che incitano validamente alla più sana e orgogliosa rivolta di popolo contro tiranni e masnadieri di ogni risma, origine e luogo! Richiamo patriottico e cosmopolita alla ribellione popolare permanente a tutela del bene comune! Questa voce si alzi e diffonda dalla città ultima erede di Aquileia, modello civico d'intransigenza e primigenia madre comune dei valori mitteleuropei!”. Questo ha detto il presidente dei due sodalizi, prof. Alberto Travain, che ha portato il saluto anche della presidente del Club per l'Unesco di Udine, prof.ssa Renata Capria D'Aronco, di cui è delegato alla formazione civica e alla cittadinanza attiva. Deposti due lumi: uno recante l'effigie del giovane friulano ed il motto “Vive Giulio Regeni (1988-2016) e sfondrâts i tirans dal Egjit cui afariscj e traditôrs di Italie!”; l'altro, con l'immagine del ragazzo slovacco e la dedica “Vive Jan Kuciak (1990-2018) e la rivolte de Mittel-Europe cuintri des mafiis!”. Il deferente omaggio dell'Arengo udinese, rinnovata assemblea partecipativa spontanea della cittadinanza del capoluogo storico friulano, è stato reso dal suo procuratore vicepresidente, dott.ssa Maria Luisa Ranzato. A rappresentare il coordinamento euroregionalista “Europa Aquileiensis”, laboratorio di cultura politica promanante dal Fogolâr Civic, è intervenuto lo storico romano Alfredo Maria Barbagallo. Per il Servizio Cerimoniale del sodalizio fogolarista era presente la collaboratrice Marisa Celotti.

Torna su
UdineToday è in caricamento