Pio IX e la “lourdes” friulana: con Barbagallo e il Fogolâr Civic tra i misteri della cattedrale udinese

Secondo lo studioso romano il celebre pontefice dell'Ottocento dovette tenere in gran conto le apparizioni mariane di Porzûs

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Mercoledì 13 settembre 2017, nel quadro delle celebrazioni popolari spontanee del 794° Compleanno della Città, a Udine, in cattedrale, si è tenuta un'apprezzata “lezione itinerante” dello studioso romano prof. Alfredo Maria Barbagallo, illustre sodale del Fogolâr Civic, intitolata “Papa Pio IX, don Scrosoppi e Udine”. Un'occasione particolarmente pregnante che ha visto l'intellettuale oriundo dell'Urbe sviscerare il tema dei rapporti tra il grande Pontefice ottocentesco e la diocesi udinese, con particolare riguardo al caso delle apparizioni mariane di Porzûs del 1855 – la vicenda della cosiddetta “Madone de Sesule” apparsa alla piccola Teresa Dush –, caso che, agli occhi di Pio IX, attraverso anche la mediazione di don Luigi Scrosoppi, il Santo udinese, dovette straordinariamente costituire una sorta di conferma per i successivi fatti di Lourdes.

A testimonianza silente di ciò, secondo Barbagallo, il busto regnante del Papa nel duomo del capoluogo del Friuli Storico e l'inusuale concessione d'indulgenza plenaria alla stessa cattedrale diocesana. Tema affascinante, molto apprezzato dalla comitiva delle rappresentanze sociali coinvolte nelle celebrazioni del genetliaco urbano, che hanno gradito l'approccio serio del relatore nonché le ipotesi non peregrine formulate dal medesimo in ordine al tema in oggetto. Tra le delegazioni, esponenti del Movimento Civico Culturale Alpino-Adriatico “Fogolâr Civic”, del Circolo Universitario Friulano “Academie dal Friûl”, del Circolo Culturale e Ricreativo “Nuovi Orizzonti”, dell'Istituto del Nastro Azzurro fra Combattenti Decorati al Valor Militare, della Pro Loco di Città “Borgo Sole Udineovest”, della Veneranda Confraternita del Santissimo Crocifisso oltre a rappresentanze della Presidenza dell'Arengo cittadino.

Torna su
UdineToday è in caricamento