Effetto Covid-19: turismo dimezzato in Croazia

Nella prima metà del mese di luglio sono stati registrati "solo" un milione di turisti, circa il 47% di quelli registrati l'anno scorso nello stesso periodo

Un milione di turisti, ovvero il 47% rispetto al numero dell'anno scorso nello stesso periodo, e circa 7,2 milioni di pernottamenti (55% rispetto ad un anno fa). Sono questi i numeri che la Croazia ha registrato nella prima metà di luglio. Lo riporta La voce del Popolo. Un dato emerge dal sistema eVisitor, che riassume le presenze turistiche nei settori commerciale, non commerciale e nautico. Gli ospiti stranieri di luglio, circa 875mila, provengono da Germania, Austria, Slovenia, Italia e Repubblica Ceca; mentre sono 125mila gli ospiti nazionali.

Istria

La Regione Istriana, nei primi 15 giorni di luglio, è stata visitata da 263.856 turisti, circa il 47% in meno rispetto allo stesso periodo di un anno fa, quando si registravano 496.347 ospiti. Il numero dei pernottamenti ha invece raggiunto quota 1.891.899, ovvero circa il 44% in meno rispetto a un anno fa, quando se ne registravano 3.386.751.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio zona arancione, il Friuli Venezia Giulia è di nuovo "giallo"

  • Natale 2020 solo tra conviventi, ma ci sono possibilità anche per fidanzati e nonni

  • Da modello a disastro: la lettera di denuncia dei medici del Pronto Soccorso di Udine

  • Coronavirus, oltre 700 contagi e 25 morti: Gimbe ci dà come la regione più in difficoltà

  • Niente spostamenti a Natale e Capodanno, vietato uscire dal Comune

  • Migliorano quasi tutti i parametri della regione: il Fvg potrebbe cambiare colore

Torna su
UdineToday è in caricamento