Cronaca

Spacciava pesce congelato come fresco, sequestrati oltre 300 kg di finte sogliole e branzini

La frode è stata scoperta in un ristorante della bassa friulana grazie all'indagine della Polizia marittima

Nella giornata di mercoledì 11 luglio, il personale dell’Ufficio Locale Marittimo di Lignano Sabbiadoro, alla guida del 1° Maresciallo Raimondo Porcelli, ha svolto una rilevante attività di polizia marittima che ha portato al sequestro penale di oltre 300 chili di prodotto ittico, per frode in commercio, rinvenuto presso un ristorante della bassa friulana.

Il sistema

Il prodotto ittico oggetto di sequestro è stato quello congelato ma pubblicizzato in menù come fresco nonché venduto come “aliud pro alio”, la frode più diffusa nel commercio del pesce che consiste proprio nella sostituzione di una specie pregiata con un’altra somigliante, ma di minor valore economico, e che si attua soprattutto sul trancio o sui filetti dove il riconoscimento diventa più difficile. Nella fattispecie, la frode in commercio ha riguardato principalmente le seguenti specie ittiche: il pangasio spacciato per sogliola, il pollack per branzino ed i cefalopodi oceanici congelati per prodotti freschi italiani. 

In conseguenza di tale illecito penale, i relativi responsabili sono stati deferiti alla competente Autorità Giudiziaria in quanto colpevoli del reato di cui agli articoli 56 (delitto tentato) e 515 (frode nell’esercizio del commercio) del codice penale. A livello locale, sotto il coordinamento della Direzione Marittima di Trieste, - precisa il Tenente di Vascello Elisabetta Bolognani - Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Grado – il personale dipendente mantiene alta la vigilanza lungo tutta la filiera della pesca, effettuando verifiche ed ispezioni finalizzate al contrasto della pesca illegale e delle frodi in commercio, per la tutela degli stock ittici, dell’ambiente marino e della salute del consumatore finale.
2. cartello sequestro penale-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spacciava pesce congelato come fresco, sequestrati oltre 300 kg di finte sogliole e branzini

UdineToday è in caricamento