menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ricorso bando Tpl Fvg, allarme fra i lavoratori della Carnia

Grande preoccupazione alla notizia del nuovo ricorso al TAR del FVG presentato da una delle ditte che hanno partecipato al Bando di gara per l'individuazione del gestore del Trasporto Pubblico Locale. Cisl Alto Friuli e Fim Cisl temono un’ulteriore slittamento per l’avvio del servizio dei bus dedicati ai dipendenti pendolari delle varie vallate. L'assessore Santoro: "Dovremo attendere la sentenza per la conclusione dell'iter"

Il raggruppamento temporaneo di imprese costituito dalle società Busitalia-SITA Nord e Autoguidovie, che ha partecipato al bando di gara per l'individuazione del gestore del trasporto pubblico locale su gomma e marittimo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, ha presentato ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale contro l'aggiudicazione definitiva intervenuta a favore della società TPL FVG S.C.AR.L.. La Regione ha già avviato "tutti i necessari approfondimenti rispetto alle tematiche proposte nel ricorso, al fine dei conseguenti atti giuridici per la costituzione dell'Amministrazione regionale nel giudizio. "Purtroppo dopo i ricorsi che si sono susseguiti in fase di gara - ha commentato l'assessore ai Trasporti Mariagrazia Santoro - dovremo attendere anche l'esito di questa vertenza legale che si è aperta prima di procedere alla conclusione della procedura. Dispiace non poter applicare con tempi certi i previsti miglioramenti al servizio così come da risultato dalla gara".

Nel frattempo, alla notizia del ricorso, è aumentata la preoccupazione tra i lavoratori carnici delle principali industrie della zona industriale di Tolmezzo “Tale ulteriore slittamento nell’assegnazione del servizio – scrivono in una nota Franco Colautti, segretario generale della Cisl Alto Friuli e Fabiano Venuti della Fim Cisl regionale – ritarderà inevitabilmente l’attivazione delle corse di bus in favore dei lavoratori pendolari delle vallate carniche, inserito all’interno del documento “Futuro Alta Carnia”, Strategia per le Aree interne della Carnia” cui la Cisl ha convintamente aderito e del quale stiamo attendendo con ansia la sottoscrizione dell’Accordo di Programma Quadro a livello ministeriale, propedeutico all’avvio dell’intera Strategia”. L’idea di mettere a disposizione dei mezzi pubblici per le centinaia di lavoratrici e lavoratori che quotidianamente si recano a Tolmezzo per i loro turni all’interno dello stabilimento Automotive Lighting, ma non solo – ricordano Colautti e Venuti - era stata lanciata dalla Cisl Alto Friuli diversi anni fa con l’obiettivo di venire incontro alle stesse maestranze, con un beneficio diretto sia in termini di minori spese per gli spostamenti, che sul piano del benessere fisico, delle opportunità relazionali e, non ultimo, della sostenibilità ambientale”.
“Il progetto ricordiamo ha valenza intra-categoriale
– concludono i rappresentanti dei lavoratori -  perché ne potranno usufruire anche i turnisti pendolari residenti in altri comuni del comprensorio carnico situati lungo le direttrici che da Tolmezzo ed Amaro portano verso i centri di vallata compresi nell’area progetto (esempio i dipendenti della Cartiera Burgo, Pigna, ecc). Sappiamo che da parte della Regione è stata confermata la massima attenzione per l’iniziativa, auspichiamo che la vicenda legale si risolva nel più breve tempo possibile”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Udine usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento