menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapina all'internet point di via del Pozzo, due patteggiamenti

Due dei quattro componenti della banda che nel novembre del 2013 rapinarono l'esercizio vicino a via Aquileia hanno patteggiato. Per quello che riguarda gli altri uno è giù stato condannato a sei anni di reclusione mentre il quarto la posizione è al vaglio del Tribunale dei minori di Trieste

Due dei quattro giovani che la sera tra il 12 e il 13 novembre scorso rapinarono il titolare del Bangladesh phone center di Udine, in piazzetta del Pozzo, malmenandolo per meno di 500 euro in contanti, hanno patteggiato ieri la pena davanti al gup Daniele Faleschini Barnaba.

C. C., di 20 anni, di origini napoletane,residente a Monfalcone, ha patteggiato 2 anni e 2 mesi di reclusione e 800 euro di multa, pena sospesa. H. L., di 21, algerino residente in Sicilia, ha concordato una pena di 2 anni e 1 mese di reclusione e 667 euro di multa. Il terzo complice, A. S., di 22 anni, originario di Palermo ma residente a Monfalcone, era già stato condannato il 10 giugno scorso dal Tribunale di Udine a 6 anni di reclusione per rapina e lesioni aggravate, le stesse accuse mosse ai due imputati di ieri. La posizione del quarto componente della banda, un minorenne, è al vaglio del Tribunale per i minorenni di Trieste.

Secondo l'accusa, quella sera il gruppetto convinse il titolare ad aprire la porta ma una volta dentro, lo colpì con calci e pugni, in faccia e sul corpo. Poi, i 4 si impossessarono del denaro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento