rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
No vax / Viale Venezia

Scritte no vax a Udine, gli autori seriali traditi dalla spesa

Denunciati i componenti di una coppia. I due erano stati fermati perché non volevano indossare la mascherina al supermercato

Una coppia: trentadue anni lei, ventotto lui. Sono i responsabili delle scritte no vax in giro per la città. Già conosciuti dalle forze dell’ordine perché erano stati fermati da una volante qualche mese fa, in quanto si erano rifiutati di indossare la mascherina per entrare in un supermercato di Udine. I due, a seguito di un’intensa attività investigativa della Digos, sono stati denunciati a piede libero per una decina di episodi di imbrattamenti in giro per la città. Fermato anche un cittadino italiano di 58 anni, ritenuto responsabile di fatti simili a Cividale.

Le indagini

Da metà dicembre a Udine sono apparse diverse scritte contro il vaccino realizzate con vernice rossa. Il primo è accaduto alla scuola media Ellero. Poi gli accadimenti si sono fatti sempre più frequenti. Sono state imbrattati i muri di altre scuole come la media Fermi e la scuola primaria Pascoli, parcheggi in zona terminal studenti, cavalcavia e muri vicino all’ospedale e al dipartimento di prevenzione in via Chiusaforte, il sottopasso di piazzale Cella (per citarne alcuni). Tutti firmati dal movimento no vax “V_V Guerrieri”. Ad una prima indagine condotta analizzando le immagini di telecamere di sorveglianza pubbliche e private, è emerso come gli autori di questi imbrattamenti fossero i componenti di una coppia. I due, camuffati con felpe con cappuccio, dopo aver commesso i fatti si allontanavano a bordo di un’automobile. Ed è stata proprio la loro auto a mettere gli inquirenti sulle loro tracce. Infatti, i due erano stati fermati a bordo della vettura qualche tempo prima perché si erano rifiutati di indossare la mascherina e avevano cercato di entrare in un supermercato di Udine. Così gli agenti della Digos hanno cominciato a tenerli sotto controllo e a pedinarli notando come spesso si allontanassero da casa in orario notturno. Una sera sono stati anche fermati e, una volta perquisita la loro auto, era stata rinvenuta una bomboletta spray di vernice rossa. Venerdì 11 febbraio, l'epilogo. È scattata la perquisizione nell’abitazione della coppia. All’interno è statoritrovato e sequestrato diverso materiale d’interesse riconducibile al movimento “V_V Guerrieri”: bombolette spray di colore rosso, volantini ed adesivi di diverso formato e dimensioni contenenti il logo del movimento, i capi d’abbigliamento utilizzati dagli autori degli imbrattamenti, smartphone e pc.

Il materiale recuperato

polizia di stato - perquisizione - scritte no vax-2

I due sono stati quindi denunciati a piede libero per il reato di deturpamento ed imbrattamento di cose altrui. Stessa sorte per un uomo di 58 anni residente a Cividale del Friuli, anche lui sottoposto a indagine da parte della Digos, ritenuto responsabile di aver imbrattati i muri di due scuole della cittadina ducale. L'uomo avrebbe anche  distribuito e attaccato volantini inneggianti alle teorie no vax.

Il video della Polizia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scritte no vax a Udine, gli autori seriali traditi dalla spesa

UdineToday è in caricamento