rotate-mobile
no vax

I no vax colpiscono ancora: ora l'obiettivo sembra l'ospedale

Scritte contro i vaccini sui muri delle scuole primarie Pascoli e Di Toppo Wassermann, ma anche nel sottopassaggio tra viale Cadore e via Martignacco, in direzione ospedale

Gli imbrattamenti si spostano sempre più vicino al Santa Maria della Misericordia. Non si sono accontentati dell'imbrattamento messo a segno sui muri della scuola di primo grado Ellero nel giorno dell'apertura delle prenotazioni vaccinali per la fascia 5-11 anni: i vandali hanno colpito ancora, avvicinandosi anche al Santa Maria della Misericordia, come a dare un segnale d'intenti.

Le scritte

Questa mattina gli studenti delle scuole primarie Di Toppo Wassermann e Pascoli hanno trovato i muri dei loro istituti riempiti di scritte contro il vaccino, il Governo e il Green pass. Non solo: gli ignoti, sui quali stanno indagando le forze dell'ordine, hanno imbrattato anche i pilastri del ponte di viale Cadore, che conduce all'ospedale cittadino. Il modus è sempre lo stesso: spray rosso, caratteri cubitali con lo stesso font e il marchio con la doppia V cerchiata.

La gallery fotografica:

Scritte no vax alla scuola Pascoli e nel sottopasso

Le scritte sono inequivocabili: "Non essere complice, vivi libero", "Genocidio vaccinale nazista", "Il genocidio vaccinale è un crimine" e l'ormai classico "Il vaccino uccide".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I no vax colpiscono ancora: ora l'obiettivo sembra l'ospedale

UdineToday è in caricamento