Omaggio a un “friulese” amante e tutore della “sua” Udine

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Il Movimento Civico Culturale Alpino-Adriatico "Fogolâr Civic" e il Circolo Universitario Friulano "Academie dal Friûl" rendono omaggio alla memoria del consigliere comunale udinese prof. Natale Zaccuri, ora scomparso, ricordandolo come lui stesso amava definirsi: un "friulese". Un "friulese" di origini calabre, amante e tutore della "sua" Udine, per tanti anni amministratore comunale, particolarmente attento al patrimonio culturale cittadino in un Consiglio comunale non sempre all'altezza o nella volontà di comprendere. Come, dunque, non ricordarlo ultimamente alla guida della Commissione per la riforma dello Statuto udinese. E soprattutto come non ricordarlo quel 30 marzo 2001 in cui il Consiglio municipale si spaccò sulla votazione del patrono laico della città, il patriarca Bertrando di Saint Geniès, padre leggendario della democrazia cittadina: allora il "friulese" Zaccuri sostenne fieramente il riconoscimento dell'eroe civico friulano Bertrando avversato invece straordinariamente in quella sede da non pochi suoi colleghi "friulanissimi". Il presidente dei due sodalizi, prof. Alberto Travain, ricorda la benemerenza sociale conferitagli in seguito a quei fatti - il "garoful civic" - e la dedica conferitagli dalla stesse organizzazioni, tra i "benemeriti di origine 'foresta'", il 13 settembre 2011 in occasione del 788° Compleanno della Città di Udine. "Perdiamo non solo un buon cittadino, ma anche senz'altro un amministratore attento e garbato, mai supponente, ma anche una preziosa sentinella della cultura nell'assemblea rappresentativa del moderno popolo udinese!"

Torna su
UdineToday è in caricamento