menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omicidio Sacher: "una lo teneva fermo, l'altra lo ha strangolato"

Emergono altre indiscrezioni in relazione al delitto che ha sconvolto la città. Secondo quanto riportato dal Gip sarebbe avvenuto in questo modo l'assassino del 66enne ex ferroviere in pensione Mirco Sacher

Entrambe erano salite a cavalcioni sopra di lui, sulla pancia e sul torace di Mirco Sacher. Sarebbe cominciata così, secondo le dichiarazioni delle due quindicenni riportate dal Gip, la colluttazione che ha portato al decesso del 66enne udinese.

Una ragazza lo ''aveva inizialmente afferrato per le mani'' e l'altra ''lo aveva preso per il collo'', imitata poi dall'amica che ''aveva anche ricevuto un morso al seno da Sacher" forse, ha proseguito la ragazza "nel tentativo di rialzarsi''.

IL MOVENTE ECONOMICO

Secondo le indiscrezioni Sacher avrebbe iniziato a toccare le gambe e il seno della 15enne seduta al suo fianco. In quel momento le due ragazze, infastidite dal comportamento dell'uomo, hanno abbandonato l'auto, restando però nei paraggi a scherzare come se niente fosse.

IL PASSATO DELLE DUE RAGAZZE

Fuori dalla vettura Sacher avrebbe tentato ancora di avvicinare le due minorenni, facendo urtare la testa di una contro un palo. E' allora scattata la rabbia omicidia. La seconda ragazza lo avrebbe spinto e sarebbe stata trascinata a terra.

I DUBBI SULLA VICENDA

Il finale è ben conosciuto: le ragazzine hanno portato a termine quello che a dir loro "sembrava un videogioco", uccidendo il loro nemico.

Secondo le visite effettuate all'ospedale Burlo Garofalo di Trieste, risultano sul corpo delle ragazze, i segni di un morso al seno, definito "pacifico" dal Gip, e un ematoma alla testa, compatibile con l'urto contro un palo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento