Delitto di via Buttrio: le due ragazze accusate di omicidio

La tesi della Procura è indirizzata sul binario dell'omicidio volontario o preterintenzionale. Possibile una "ricognizione sul posto per valutare se una delle due è in grado di guidare veramente

Il tribunale di Trieste, dove ha sede anche la Procura per i minori

L'accusa contestata alle due ragazzine di Udine, secondo quanto riporta l'agenzia ANSA, è quella di omicidio, volontario o preterintenzionale. Al fine di riscontrare le dichiarazioni delle giovani, gli investigatori potrebbero compiere una ricognizione dei luoghi insieme con le due indagate e effettuare una prova di guida per verificare se effettivamente una delle due minorenni possa aver guidato la Fiat Punto fino all'area di servizio di Limenella, in provincia di Padova.

I DUBBI SUL "BUCO TEMPORALE" In merito al buco fra la morte dell'uomo e l'arrivo in autostrada, le ragazze hanno dichiarato di aver vagato per circa un’ora e mezza alla ricerca di una strada che dal campo dove ha perso la vita Mirco Sacher le portasse all’imbocco della A23 A23. Sarebbe questa, secondo le ragazzine, la ragione dell’intervallo temporale tra il momento in cui le adolescenti lasciano il campo e la registrazione del passaggio dell’auto da loro guidata al casello Sud di Udine, avvenuta verso le 17.00.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stesa a terra in strada, si pensa a un incidente ma in realtà è un'ubriaca inseguita dal marito

  • Chiude la Safilo di Martignacco, 250 persone senza lavoro

  • «Piangevano tutti». L'incredulità e la tristezza dei dipendenti della Safilo

  • A 24 anni apre il primo e unico negozio in regione di alimentazione naturale per cani

  • Riapre il Liberty: nel locale di viale Ledra rivivranno le anime del PiGreco e del Wellington

  • Entra in bar e punta il fucile contro un cliente per un commento di troppo

Torna su
UdineToday è in caricamento