rotate-mobile
Cronaca

Mense scolastiche a chilometro zero: più attenzione alla qualità, garantiti maggiori fondi

Nel corso della commissione Cultura e istruzione, l'assessora Marioni ha anticipato alcune linee guida del prossimo bando per la ristorazione nelle scuole. Critica l'opposizione: "Dibattito monco"

Più fondi alle mense scolastiche, maggiore attenzione alla qualità privilegiando ingredienti locali o a chilometro zero e meno peso all'offerta economica. Queste sono le prime indicazioni emerse nel corso della commissione Cultura e istruzione, presieduta da Claudia Basaldella che si è tenuta ieri, su richiesta dei consiglieri comunali di minoranza.

Il nuovo bando

L'assessora all'Istruzione Elisabetta Marioni ha anrticipato quelle che saranno gli elementi cardine del prossimo bando per le mense scolastiche. Senza scendere nel dettaglio, Marioni ha affermato che saranno previsti maggiori fondi a supporto della ristorazione scolastica. L'orinetamento prevede di attribuire una percentuale del 90 per cento alla qualità delle materie prime e un 10 per cento all'offerta economica. Per quanto riguarda gli ingredienti e i cibi previsti sarà garantita una scelta di qualità, con prodotti locali e a chilometro zero. Secondo Marioni quest'anno è stato fondamentale il lavoro della tecnologa Daniela Piuzzi che ha vigiliato con competenza e controllato che l'offerta fosse adeguata al capitolato del bando in essere. Tanto da portare alla risoluzione anticipata di uno dei contratti in essere, quello con la Sodexo, dal momento che si erano evidenziate continue anomalie.

Salta il contratto con la Sodexo a causa di troppe inadempienze

L'assesora ha anche specificato che la tecnologa Piussi potrebbe essere coinvolta nella stesura del prossimo bando per avre una defizione più precisa e ountuale dell'appalto.

Le opinioni dell'opposizione

Secondo Enrico Bertossi di Prima Udine, si può notare un miglioramento nella gestione delle mense scolastiche da parte dell'amminstrazione comunale. "Sono rassicurato dal fatto che abbiate cominicato ad ascoltare" ha detto il consigliere comunale.  Di diverso avviso Federico Pirone, capogruppo di Innovare che invece lamenta il non coinvolgimento delle associazioni di categoria delel cooperarive e dei sindacarti che avrebbero contribuito ad un dialogo più completo. richiesti anche chiarimenti sugli stanziamenti previsti a cui l'assessora ha risposto con un generico aumento dei fondi senza quantificare l'importo preciso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mense scolastiche a chilometro zero: più attenzione alla qualità, garantiti maggiori fondi

UdineToday è in caricamento