menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I genitori di Regeni replicano ad Al Sisi: «Dimostri solidarietà coi fatti, non con le parole»

Il presidente Egiziano si era rivelato soddisfatto per la collaborazione ai fini delle indagini. Ma la famiglia del ricercatore di Fiumicello non trova riscontro concreto con le sue parole

Aveva dichiarato di essere solidale con la famiglia e soddisfatto per le parole "positive" del premier Renzi: così il presidente egiziano Al Sisi in un'intervista rilasciata a tre giornali ha suscitato la replica dei genitori di Giulio Regeni, il ricercatore di Fiumicello ucciso nel paese arabo.

Da Repubblica e tramite l'avvocato Alessandra Ballerini, la famiglia risponde duramente al messaggio: «Non capiamo a quali dichiarazioni positive faccia riferimento Al Sisi né a quale solidarietà alluda, atteso che ad oggi le indagini sono ancora in una fase di stallo e nessuna risposta concreta ci è stata fornita dalle autorità egiziane».

I genitori di Regeni non vedono progressi sulle indagini utili per fare luce a una vicenda che ancora non ha trovato soluzioni. Ma soprattutto non trovano riscontro nelle parole del presidente egiziano che aveva sostenuto l'importanza della collaborazione tra i due paesi. «La solidarietà - hanno affermato Paola e Claudio Regeni - il presidente Al Sisi la dimostri coi fatti, non con le parole».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento