menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I genitori di Regeni a Bruxelles: «Basta commemorazioni, ora azioni»

I coniugi sono stati ricevuti al Parlamento Europeo. La proposta è quella di interrompere gli accordi economici con l'Egitto

I genitori di Giulio Regeni sono stati invitati a Bruxelles alla commissione dei Diritti umani del Parlamento. E da quella sede hanno lanciato un appello non solo all'Italia ma all'Europa intera. La madre del ricercatore ucciso in Egitto si è interrogata sui rapporti tra il nostro Paese e quello arabo «Non ho capito se l'Italia è ancora amica dell'Egitto: non si uccidono i figli degli amici», aggiungendo: «Tutti mi chiedono cosa farà l'Italia e l'Europa: basta commemorazioni, ora azioni».

Chiara, quindi, l'insoddisfazione sull'attuale situazione. I genitori di Regeni hanno avanzato la richiesta di ritenere l'Egitto come un Paese non sicuro, sospendendo agevolazioni e accordi economici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, in Friuli continuano a calare ricoveri e contagi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento