"Rinnovare l’antico arengo di Udine"

Così Udine, secondo il Fogolar Civic, sarà di nuovo capitale regionale della partecipazione democratica

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Una delegazione del Movimento Civico Culturale Alpino-Adriatico "Fogolâr Civic" guidata dal suo presidente, prof. Alberto Travain, e costituita dai delegati dei suoi cinque "quintieri" sociali di Mercatovecchio (sig.ra Elvia Tosolini), Mercatonuovo (sig. Gianfranco Savorgnan), Aquileia (dott.ssa Marisanta di Prampero de Carvalho), Gemona (sig.ra Oriana Lucio) e Grazzano (prof.ssa Renata Capria D'Aronco) nonché, come uditore, dal presidente del collegato coordinamento civico di Borgo Stazione, sig.ra Francesca De Marco, è stata ricevuta, venerdì 23 agosto 2013, dal sindaco di Udine, prof. Furio Honsell, a Palazzo D'Aronco, per una prima verifica dell'applicazione dei cinque punti del capitolato d'istanze sottoposto in campagna elettorale dal sodalizio ai candidati alla poltrona di primo cittadino, documento sottoscritto pubblicamente anche dallo stesso Honsell presso la fontana di Piazza San Giacomo il 17 aprile scorso.

"RINNOVANDO L'ANTICO ARENGO UDINE SARÀ DI NUOVO CAPITALE REGIONALE DELLA PARTECIPAZIONE DEMOCRATICA"

Piena disponibilità è stata ribadita dal sindaco innanzitutto riguardo all'idea di rinnovare l'antica assemblea democratica cittadina detta dell'Arengo (punto 1 del capitolato suddetto), istituita nel 1340 dal patriarca aquileiese Bertrando e abolita nel 1513, esattamente cinque secoli or sono, importante istituto di partecipazione popolare per il cui rinnovo il Fogolar Civic ha chiesto un incontro ufficiale con tutte le rappresentanze politiche presenti in Consiglio municipale intorno alla data del prossimo 29 settembre, ricorrenza tradizionale delle riunioni dello storico consesso cui potevano accedere indistintamente in passato tutti i cittadini di Udine. L'intento di rinnovare in termini attuali l'Arengo cittadino a cinquecento anni dalla sua abolizione aveva incontrato in campagna elettorale anche la piena adesione dei candidati sindaco di centro-destra, prof. Adriano Ioan, e di Udine Futura, sig. Carletto Rizzi, e aveva registrato, pur con riserve di sfumatura, la condivisione dell'avv. Paolo Perozzo, candidato primo cittadino del Movimento 5 Stelle.

"DIGNITÀ UMANA" E "COESIONE CIVICA" SECONDO L'AMMINISTRAZIONE HONSELL

Relativamente al punto 2 del capitolato in oggetto, il sindaco ha confermato la sua volontà d'istituire, come richiesto, specifiche deleghe assessoriali alla "dignità umana" e alla "coesione civica", da conferire, in occasione ufficiale, ad un membro della Giunta in carica. "Si capirà così - ha detto Travain - che cosa intende effettivamente e quanto investe un'Amministazione civica relativamente alle materie in parola".

INDIRIZZI ELETTRONICI DI TUTTI I CONSIGLIERI SUL SITO WEB MUNICIPALE E UNA LOCADINA DELLE INIZIATIVE "SPONTANEE"

Per quanto concerne il punto 3 del suddetto capitolato, inerente all'ottimizzazione dei contatti e delle relazioni tra cittadinanza, amministratori e burocrazia locale, il Fogolâr Civic ha chiesto, tra le altre, la pubblicazione degli indirizzi elettronici di tutti i consiglieri comunali sul sito internet del municipio nonché lo sviluppo di una pratica diffusa dell'avviso di ricevimento e del riscontro elettronici alle comunicazioni e alle istanze indirizzate via web all'Amministrazione. In merito al punto 5 del capitolato in menzione, riguardante l'impegno municipale di promozione del volontariato socioculturale, il sindaco ha accolto favorevolemente la richiesta del Fogolâr Civic di un "foglio" comunale, continuamente aggiornato, a disposizione della cittadinanza sul web e stampabile da casa ovvero presso il puntoinforma di Via Morpurgo, riportante le iniziative culturali "spontanee" non per forza patrocinate dall'Amministrazione. "Quante iniziative ci sono in città e i cittadini non ne sanno nulla e quindi non possono parteciparvi? Ebbene riuniamole e diamone notizia in un unico programma, facilmente consultabile da tutti!"

FRIULI DOC RIPENSATO, PARTECIPATO E CONDIVISO

La piacevole, serrata conversazione ha toccato anche argomenti di scottante cronaca quali quelli dell'urbanistica, della mobilità e del piano parcheggi (punto 4 del capitolato), della sicurezza, del decoro, degli schiamazzi e della vivibilità della città, della cultura civica e del costume. A proposito di Friuli DOC, il Fogolâr Civic ha ribadito la propria idea secondo la quale "Udine non deve essere vetrina soltanto, ma modello per il Friuli, modello di costumi civili, di gaiezza composta: un'identità tutta recuperare, da reinventare, da riproporre ad effettivo vanto del vivere locale nell'età della globalizzazione". Per uno sviluppo socialmente e culturalmente "condiviso" dell'iniziativa Friuli DOC il Fogolâr Civic ha rinnovato la richiesta per i prossimi anni di una consulta ad hoc della società civile, non soltanto degli operatori coinvolti.

13 SETTEMBRE 2013, 790° COMPLEANNO DELLA CITTA'

"E abbiamo chiesto garanzie al sindaco affinché, il 13 settembre, quest'anno Friuli DOC, non debba impedire le annuali cemonie per il compleanno - 790° - della città di Udine, che si tengono tradizionalmente in Piazza San Giacomo, presso la Guglia di Mercatonuovo"...

Torna su
UdineToday è in caricamento