menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Crisi: storica azienda agricola udinese chiude, dipendenti a casa

I lavoratori della ditta Vivai Flora di Giovanni Feruglio hanno ricevuto la lettera della cessazione di attività: "Ci sentiamo traditi dall'atteggiamento della proprietà"

Il 1° settembre i lavoratori dell'azienda agricola Vivai Flora di Giovanni Feruglio hanno ricevuto la spiacevole notizia della cessazione della attività della storica azienda di Udine. Lo ha comunicato la Fai-Cisl, annunciando che altri 9 lavoratori vanno quindi ad aggiungersi alla già lista di disoccupati nella nostra regione. 

I lavoratori, da più di un anno, erano stati collocati in cassa integrazione in deroga, ma non avevano perso la speranza in una possibile ripresa. L’Azienda era attualmente gestita da Giovanni Feruglio che l’aveva rilevata dal padre Rino circa 30 anni fa, continuando quella attività floro vivaistica specializzata nata nel 1958. L'azienda agricola in questione non ha nessun legame con la 'Vivai Flora di Feruglio Luca e Giulia' e con 'Fiori di Flora', una serie di punti vendita operante sempre nel settore vivaistico che gode invece di ottima salute. 

Le motivazioni della cessazione dell’attività sono molteplici, certo che - denunciano i dipendenti - "ci sentiamo traditi dal comportamento della proprietà che da un rapporto ‘familiare di condivisione’ è passata negli anni ad un atteggiamento di poca chiarezza e tante false promesse, che ora sanno tanto di beffa".

Le maestranze denunciano infatti, amareggiate, che oltre alla perdita del posto di lavoro si trovano costrette ad indire un’azione legale, contro la proprietà, per recuperare i propri ‘averi’: non non solo il trattamento di fine rapporto maturato ma anche le diverse mensilità in arretrato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento