Crédit Agricole dona 1,5 milioni di euro alla Croce Rossa Italiana

I fondi stanziati dal gruppo per fronteggiare l'emergenza sanitaria salgono così a oltre 2,5 milioni di euro

Dopo aver raccolto 1 milione di euro da Agos, inseme ad altre società di Crédit Agricole Italia, il gruppo ha raccolto ulteriori 500mila euro a favore della Croce Rossa Italiana grazie alla raccolta fondi avviata a livello nazionale il 31 marzo scorso e che si è chiusa in questi giorni.

La donazione

La cifra è stata raccolta grazie al portale di crowdfunding di Crédit Agricole, CrowdForLife. L'obiettivo è stata raggiunto grazie al Payroll Giving, ai contributi diretti dei dirigenti e dei dipendenti di Crédit Agricole Italia, dei dipendenti di Agos e di Amundi Italia, insieme alle donazioni di clienti e fornitori.

I fondi

La somma raccolta con CrowdForLife verrà destinata all’iniziativa “Il Tempo della Gentilezza”, che dall’inizio dell’emergenza ha erogato oltre 150mila servizi, a supporto dei più vulnerabili da un punto di vista sociale e con un’attenzione particolare per le persone anziane. In particolare, si è provveduto alla consegna di voucher spesa, pacchi alimentari, della spesa e dei farmaci a domicilio oltre al supporto psicologico e medico attraverso l’impegno di decine di migliaia di volontari, operatori, medici e psicologi della Croce Rossa Italiana.

Ospedale da campo

Insieme ai 500mila euro di Agos, 140mila di Crédit Agricole Italia, 100mila di Amundi e 100mila euro di Ca Assicurazioni donati lo scorso marzo, la Croce Rossa Italiana ha potuto acquistare tutto il materiale occorrente per un ospedale da campo, strumenti elettromedicali, tre autocarri con cella frigorifero, oltre all’acquisto di autoambulanze e veicoli speciali per il trasporto in emergenza, più di 120 letti ospedalieri e altri strumenti fondamentali per fronteggiare l’emergenza coronavirus e farsi trovare pronti anche per il futuro.

Ringraziamenti

Qualche mese fa ci eravamo dati un obiettivo molto ambizioso: raccogliere 500mila euro che si sarebbero sommati al milione di euro già donati dalle società del Crédit Agricole in Italia. Lo abbiamo raggiunto e superato e voglio ringraziare tutti i clienti, i colleghi, i dirigenti e i fornitori che hanno contribuito. Ora siamo molto concentrati nel sostegno alle imprese e alle famiglie per accompagnarle nella fase del rilancio economico, con rinnovata fiducia nelle potenzialità del nostro territorio e del nostro Paese” ha dichiarato il responsabile del Crédit Agricole in Italia Giampiero Maioli.

Cri

"Voglio ringraziare, a nome della Croce Rossa Italiana, Crédit Agricole per la generosa donazione, ribadendo l’importanza di iniziative di questo genere. Grazie al prezioso contributo del Gruppo, la Croce Rossa Italiana è riuscita a incrementare in maniera sostanziale il numero dei servizi attivati all’interno del progetto “Il Tempo della Gentilezza”, acquistando materiali elettromedicali e mezzi in risposta all’emergenza Covid-19, a favore delle persone più vulnerabili. Attraverso interventi come quello di Crédit Agricole e con l’impegno costante e tenace dei nostri Volontari, siamo riusciti a fronteggiare il periodo più complicato della crisi sanitaria in atto senza lasciare nessuno indietro" ha aggiunto Francesco Rocca, presidente di Croce Rossa Italiana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Altre donazioni

Queste donazioni si aggiungono alle numerose iniziative finalizzate dal Crédit Agricole in Italia che portano il totale dell’impegno del Gruppo a oltre 2,5 milioni di euro. Fca Bank e la sua controllata Leasys hanno messo a disposizione della Croce Rossa Italiana una flotta di 300 vetture Fiat e Jeep. Grazie alla sua rete di contatti con imprese e privati, Crédit Agricole Italia ha acquistato 82 macchine per la ventilazione assistita o di monitoraggio, che ha donato a numerosi ospedali del territorio che ne avevano urgente necessità (Parma, Piacenza, Reggio Emilia, La Spezia, Fucecchio, Rimini e Cesena) in sinergia con le fondazioni azioniste (Cariparma, Piacenza e Vigevano, Carispezia, San Miniato, Lugo), non azioniste (Cesena, Rimini e Faenza) e con aziende del territorio (come Finice). In aggiunta, sono stati devoluti ulteriori contributi, tra cui materiale sanitario come mascherine e guanti, a istituzioni, ospedali e associazioni su tutti i territori di presenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuove regole da stasera: cosa succede per scuole, bar e ristoranti

  • A Codroipo apre "Molo12", il ristorante di pesce di uno chef stellato

  • Covid: C'è una vittima ed è boom di contagi, in Fvg oggi sono 219 i nuovi positivi

  • Covid 19: quattordicenne ricoverato a Udine in Medicina d'urgenza

  • Bar aperti oltre la mezzanotte, c'è una prima "vittima" delle nuove regole

  • Annullate le sagre, ma a Udine c'è un posto dove poter mangiare castagne con la ribolla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento