rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Elisa

Elisa

Rank 4.0 punti

Iscritto mercoledì, 21 novembre 2018

Escluso dalla classe, il messaggio di dolore lasciato da un bambino sull'Albero dei Desideri

"Esclusione e isolamento non sono certo una novità nel mondo della scuola. Tutti abbiamo avuto in classe “quello un po’ strano” “quello che puzza” “quello che non fa mai i compiti” “quello con la famiglia incasinata” o “quello sfigato” che veniva tagliato fuori. Magari è capitato a noi di essere “quello”. Ciò che è cambiato nel tempo sono solo i pretesti per escludere e le modalità: oggi ad esempio abbiamo whatsapp con cui vengono creati gruppi di classe da cui una determinata persona può essere intenzionalmente esclusa (sia dai genitori che dagli alunni). Perciò, che questo biglietto sia un fake o meno, fa emergere un problema che è reale e sociale e che andrebbe affrontato, specialmente con i bambini."

8 commenti

Escluso dalla classe, il messaggio di dolore lasciato da un bambino sull'Albero dei Desideri

"Esclusione e isolamento non sono certo una novità nel mondo della scuola. Tutti abbiamo avuto in classe “quello un po’ strano” “quello che puzza” “quello che non fa mai i compiti” “quello con la famiglia incasinata” o “quello sfigato” che veniva tagliato fuori. Magari è capitato a noi di essere “quello”. Ciò che è cambiato nel tempo sono solo i pretesti per escludere e le modalità: oggi ad esempio abbiamo whatsapp con cui vengono creati gruppi di classe da cui una determinata persona può essere intenzionalmente esclusa (sia dai genitori che dagli alunni). Perciò, che questo biglietto sia un fake o meno, fa emergere un problema che è reale e sociale e che andrebbe affrontato, specialmente con i bambini."

8 commenti
UdineToday è in caricamento