rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Sport

La Gsa inciampa a Ferrara, le pagelle della partita

Sconfitta senza appello quella contro la Bondi. Udine deve ritrovare il suo vecchio spirito

Dopo Ravenna un’altra sconfitta “on the road” che fa male e semina dubbi sulla condizione attuale della Gsa. Ferrara veniva da due vittorie, ma possiede valori tecnici e fisici obiettivamente inferiori agli uomini di Lardo. La squadra estense gioca con 6/7 giocatori e ha un fattore campo non così influente. Eppure ha comandato gran parte della partita ed ha concluso con largo vantaggio, segnando ben 92 punti, con Cortese (28) e la sorpresa Panni (15) che hanno massacrato gli udinesi con il tiro da tre. Udine ha rivisto il fantasma del primo tempo contro Roseto, un approccio mentale troppo morbido che non è venuto meno per tutta la gara. La difesa è un fatto soprattutto di  spirito di squadra e di voglia di sbucciarsi le ginocchia e la Gsa aveva ben abituato. È una sacrosanta verità che l’attacco fa vendere i biglietti, ma è la difesa che fa vincere i campionati.

Anche in attacco si sono viste troppe forzature e soluzioni individuali, a discapito di un equilibrio di gioco che fino a qualche settimana fa sembrava un dato acquisito. L’impressione complessiva è di uno sfilacciamento che va al più presto recuperato. Ci sono tutte le condizioni per farlo e la terapia è una sola (e Lardo lo sa bene), armonia di gruppo e lavoro duro in palestra. Per ciò che riguarda l’inserimento di Bushati - altro passaggio chiave della stagione - c’è da ricordare che ci sono  in attacco due tipologie di giocatori: quelli che attendono che la partita venga a loro e quelli che la partita la vanno a cercare. Il nuovo numero 70 della Gsa è decisamente di quest’ultima categoria, ed è quella che richiede più tempo per l’inserimento in un contesto di squadra. Prossima stazione Verona in casa, con vittoria obbligata. Possibilmente ripartendo proprio dalla difesa.  

Le pagelle                                                                                                                      

MORTELLARO: voto 5 e ½. Ultimamente in grande spolvero, anche lui in difficoltà nonostante l’esperienza 
DYKES: voto 6. E’ un agonista ma oggi lo abbiamo visto particolarmente nervoso. Alterno al tiro ma la squadra non può prescindere da lui, 12 punti 
VEIDEMAN:  voto 5. Dispiace dirlo ma da tempo è sotto il suo livello, oggi zero punti al riposo, 10 alla fine e poco altro      
RASPINO: voto 5 e ½.  Anche per lui una gara complicata, forza qualche tiro per ritrovare fiducia e invece si incarta, la difesa non manca mai      
PELLEGRINO:  voto 5. Il solito discorso, può dominare fisicamente ma lo fa con troppa discontinuità 
LATORRE: voto 5 e ½. Gioca qualche minuto più del solito ma senza risultati significativi
DIOP: voto 6. Rimane uno dei migliori in una serata da dimenticare, 11 punti 
FERRARI: voto 6. Entra subito per marcare Hall e fa il suo lavoro come sempre
NOBILE: voto 5 e ½. Alti e bassi ma non è facile giocare con tanti compagni pronti a subentrare  
BUSHATI: voto 6. Ha personalità e tiene molto la palla in mano per le sue giocate. Top scorer della squadra con 14 punti, ma questa non è necessariamente una buona notizia    

ALL. LARDO : voto 6. Di fiducia. Non è facile gestire una squadra così lunga (e tra breve rientrano  anche Benevelli e Pinton …), ma solo lui può ritrovare il bandolo della matassa
 

Bondi Ferrara: Cortese 28, Hall 11, Moreno 15, Molinaro 6, Panni 15, Rush 8, Fantoni 9, Carella, Donadoni; non entrati: Mancini e Drigo. Coach Bonacina.

Apu Gsa Udine: Ferrari 6, Mortellaro 6, Bushati 14, Raspino 4, Veideman 10, Pellegrino 5, Dykes 12, Nobile 6, La Torre 3, Diop 11; non entrato: Chiti. Coach Lardo.

Arbitri Capotorto, Foti e Maffei.

Note Tiri liberi: Ferrara 20/26, Apu Gsa 13/15. Rimbalzi: Ferrara 40 (Hall 11), Apu Gsa 34 (Diop 6). 5 falli: Dykes al 34’ (74-63); tecnico a Dykes al 32’ (70-59).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Gsa inciampa a Ferrara, le pagelle della partita

UdineToday è in caricamento