Centro di assistenza primaria di Cividale

Liguori "Riprendano al più presto le funzioni attualmente sospese"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Con Decreto n. 753/2016 del Direttore generale dell'Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Udine è stato istituito il Centro di Assistenza Primaria di Cividale del Friuli per garantire al cittadino l’accesso e l’orientamento ai servizi in integrazione con il “team” multiprofessionale, con particolare riguardo ai malati cronici con bisogni assistenziali complessi per i quali va assicurata la competenza plurispecialistica e l’integrazione con gli altri servizi sanitari. Con il DGR n. 1381/2019 è stato sottoscritto l’Accordo integrativo regionale (AIR) “ponte” con i medici di medicina generale per l’anno 2019, con l’obiettivo di garantire una serie di azioni propedeutiche alla definizione di un nuovo AIR triennale, basato sulla necessità di spostare progressivamente per appropriatezza il baricentro di assistenza e di cura, per cronicità e fragilità, dal setting ospedaliero a quello territoriale, mediante azioni incentrate sull'intercettazione dell'instabilità nel cronico e nel fragile che genera ricoveri potenzialmente evitabili, in coerenza con l’attuale processo di riforma regionale. «Nel corso del 2019 – ha spiegato la consigliera Simona Liguori in un ordine del giorno presentato al Consiglio – la Giunta regionale si è più volte espressa in modo favorevole al proseguimento dell’esperienza dei CAP, laddove esistenti e funzionanti, se capaci di rispondere alla logica di una “Medicina di Gruppo integrata in sede unica aziendale”. In quest’ottica, il Centro di Assistenza Primaria di Cividale del Friuli le cui funzioni sono attualmente sospese rappresenta effettivamente una Medicina di Gruppo integrata in sede unica aziendale ed è funzionale agli obiettivi di assistenza primaria ribaditi nelle Linee annuali per la gestione del servizio sanitario e sociosanitario regionale. Per queste ragioni abbiamo sollecitato la Giunta regionale a favorire quanto prima la ripresa delle attività»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento