Abbecedario "del fare bene" regalato ai sindaci del Fvg, le reazioni ai consigli di Serracchiani

Inviato ai sindaci del Friuli Venezia Giulia un vademecum scritto dai Cerimonialisti italiani, una guida di 76 pagine da seguire durante i cerimoniali e gli incontri di carattere formale

La presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, ha recentemente inviato ai 216 sindaci e ai consiglieri della Regione un vademecum scritto dai Cerimonialisti italiani. Non si tratterebbe, però, di un manuale di bon ton o galateo come sottolineato dallo staff della Governatrice, ma più semplicemente "di una guida pratica che sintetizza le procedure da seguire soltanto durante i cerimoniali e gli incontri di carattere formale". Il sottotitolo testualmente spiega: "L'Abc del fare bene. Pratico vademecum sul cerimoniale e protocollo degli Enti territoriali a uso dei Sindaci e dei piccoli Comuni" 

vademecum scritto dai Cerimonialisti italiani-2Ma su alcuni dei consigli contenuti in questo libricino da 75 pagine intitolato "Signor/a sindaco, come fare quando...?" è iniziata - naturalmente, visto che siamo in campagna elettorale - a divampare qualche polemica. Tra i consigli che hanno fatto più scalpore, quelli sulla cura del corpo e dell'aspetto, sull’abbigliamento, sull'uso moderato del profumo e l'impiego della forchetta per il risotto. Qui qualche esempio: «Se siete un sindaco donna, l’invito è: misurate la gonna. Deve arrivare al ginocchio, non più su. E sandali vietati anche se d’estate. Optate per il pastello riservando il tailleur nero alle cerimonie. Non esagerate con i gioielli, e siate parche con il profumo. Se siete un sindaco uomo, l’invito alla sobrietà riguarda le cravatte, e ricordate: cravatta e pochette non devono mai avere la stessa fantasia. E mi raccomando: niente calzini corti».

Manuale seguito anche da Michelle Obama

La genesi dell’opera, come sottolineato prontamente da Francesco Oggiano su VanityFair, "non ha a che fare con la Regione Fvg, ma nasce all’interno dell’Ancep, l’associazione che riunisce i quasi cento Cerimonialisti italiani, ovvero gli esperti nei protocolli diplomatici e nelle cerimonie dello Stato che lavorano nei palazzi romani, nelle Regioni e nei grandi Comuni". Si tratta di regole e consuetudini internazionali, seguite da Michelle Obama come dall’emiro del Qatar, e che nella sottile ritualistica della diplomazia costituiscono «il linguaggio attraverso cui la sostanza prende forma». Mesi fa, alcuni membri dell’associazione hanno pensato di condividere queste consuetudini con i sindaci dei comuni italiani che non sono dotati di uffici dedicati alle cerimonie. Il risultato è stato un libro di 75 pagine patrocinato dalla stessa Ancep da diffondere in tutta Italia, redatto da Giovanni Battista Borgiani, esperto in Cerimoniale e Protocollo Nazionale e Internazionale presso la Scuola Italiana per l’Organizzazione Internazionale (Sioi). 

Le prime reazioni

Mario Anzil, sindaco di Rivignano-Teor: "Grandi polemiche ha suscitato in questi giorni il libretto che la Presidente Serracchiani ha inviato ai sindaci con una sintesi del galateo. Questa volta vado controcorrente e apprezzo il dono: un ripasso delle norme della buona educazione è sempre utile e fa comunque bene a tutti."

Ettore Romoli, ex sindaco di Gorizia: "Prima di imbarcarsi per Roma la presidente Serracchiani ha deciso di lasciare una traccia indelebile del suo passaggio in regione. Insegnare ai sindaci non solo il protocollo istituzionale ma l'educazione (non parlate con la bocca piena, per mangiare usate coltello e forchette, ecc...) e anche l’igiene personale (lavatevi le mani, ecc...). Peccato che il mio mandato sia scaduto altrimenti anch’io avrei potuto usufruire dei benefici della preziosa pubblicazione. P.S.: il prezioso volumetto sembra costi alla regione 25 euro la copia tenendo conto che i sindaci sono circa 400 (ma in realtà sono 216 ndr) il costo a carico dei contribuenti dovrebbe aggirarsi sui 10.000 euro".

Barbara Zilli, consigliere regionale Fvg - Lega: "Ecco i segni della decadenza di questa Giunta regionale che non sa più come sperperare le risorse. Detta regole di Bon ton per i sindaci mentre dovrebbe vergognarsi di come ha gestito la Regione. #acasa#prontiagovernare"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fvg con il fiato sospeso per il mini-lockdown, la lista dei comuni a rischio

  • Covid: 1197 contagi in un giorno e 13 nuovi decessi, è spettro zona rossa

  • Covid e bombole d'ossigeno, l’azienda friulana: «Non riceviamo ordini da mesi»

  • Cambiamenti in vista: nuove Regioni verso la zona rossa e zone da "liberare"

  • Nuova ordinanza della Regione, ecco cosa non si può più fare

  • Il Friuli Venezia Giulia rischia la zona rossa

Torna su
UdineToday è in caricamento