rotate-mobile
Politica

L'appoggio friulano alla catalogna: “Visca Catalunya! Vive il Friûl!”

Arengo udinese, Fogolâr Civic e Academie dal Friûl scrivono alle autorità di Barcellona, Madrid e Bruxelles

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

“Utinensis populus Catalanicorum iura defendit” ossia “il popolo udinese sostiene i diritti dei Catalani”. Questo l'incipit, in lingua storica comune europea ovvero in latino, di una missiva indirizzata il 30 settembre 2017 dal “camerarius” (presidente) dell'assemblea civica generale della capitale storica del Friuli, cuore d'Europa, prof.ssa Renata Capria D'Aronco, ai presidenti Carles Puigdemont Casamajó (Catalogna), Mariano Rajoy Brey (Spagna) e Jean-Claude Juncker (Unione Europea). A seguire, il testo della lettera, in friulano e italiano. “Preseâts Sorestants di Catalogne, Spagne e Union Europeane, un tant par pandi l'avôt plui sancîr destinât dal popul di Udin, citadin de capitâl storiche dal Friûl, cûr de Europe, tirât dongje ai 29 di Setembar 2017 te samblee gjenerâl che si disii Renc, par che al sedi franc il dirit naturâl dal popul catalan di decidi di se te suaze sperade biele di une Europe unide des regjons e dai citadins / Pregiatissimi Governanti di Catalogna, Spagna e Unione Europea, la presente ad esprimere i più sinceri voti deliberati dal popolo udinese, cittadinanza della capitale storica del Friuli, cuore d'Europa, riunitasi il 29 settembre 2017 in assemblea generale denominata Arengo, a sostegno dell'esercizio del diritto naturale del popolo catalano alla propria autodeterminazione nell'auspicato proficuo quadro di un'Europa unita delle regioni e dei cittadini”. Inoltre, sempre dal Friuli, il leader del Movimento Civico Culturale Alpino-Adriatico “Fogolâr Civic” e del Circolo Universitario Friulano “Academie dal Friûl”, prof. Alberto Travain, ha scritto in friulano e inglese al Presidente catalano che “Ogni costituzion che e improibissi la autodeterminazion e la secession di une nazion o di une regjon no je democratiche e rispiet no merte. Lis nazions proibidis e lis braurosis regjons de Europe alpine-adriatiche a sostegnin si capìs i fradis Catalans! / Every constitution which forbids self-determination and secession of a nation or region is not democratic and respectable. The prohibited nations and proud regions of Alps-Adriatic Europe support necessarily the Catalan brothers!” concludendo con il motto “Visca Catalunya! Vive il Friûl!”. La notizia di queste testimonianze di solidarietà friulana nei confronti della Catalogna oppressa da Madrid sono state diffuse anche presso la stampa della regione di Barcellona.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'appoggio friulano alla catalogna: “Visca Catalunya! Vive il Friûl!”

UdineToday è in caricamento