Siglato l'accordo per rilanciare e riconvertire Torviscosa: pronti 40 milioni

Oggi il primo passo per le riconversione industriale del sito. Serracchiani: "Obiettivo riqualificare e coinvolgere privati, come per la Ferriera di Servola"

La Ex Caffaro di Torviscosa vista dall'alto (foto tratta da www.caffaroindustrie.com)

Siglato oggi, nella sede romana della Regione, un protocollo per la riqualificazione dell'area ex Caffaro di Torviscosa.  L'intesa è stata firmata dal ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti e dalla presidente della Regione Fvg Debora Serracchiani e prevede risorse per 40 milioni di euro (35 del Fondo di sviluppo e coesione e 5 residui del commissariamento del sito). Il documento rappresenta la prima fase dell'applicazione dell'articolo 252bis del testo unico ambientale e prevede la bonifica dei terreni inquinati di Torviscosa, inseriti all'interno del Sito di interesse nazionale della laguna di Grado e Marano, e il rilancio industriale di una delle aree più delicate della regione. "La riperimetrazione del sito, compiuta in passato, e la ricerca di risorse, allocate proprio ieri con delibera del Cipe - ha dichiarato la presidente Debora Serracchiani a margine della firma - ci permettono di avviare un'azione molto importante che prevede un gioco di squadra tra i Ministeri dell'Ambiente e dello Sviluppo economico, la Regione, la comunità locale e l'amministrazione straordinaria ex Caffaro".

Debora Serracchiani-2Per Serracchiani questo protocollo da' una grande responsabilità alla Regione "poiché con i 40 milioni a disposizione non solo procederemo al risanamento ambientale, ma coinvolgeremo anche i
privati per la riconversione industriale del sito. A tal proposito, sappiamo che ci sono già degli imprenditori interessati ad insediarsi in quella zona"
Il modello utilizzato per rivitalizzare l'area ex Caffaro "sarà - ha spiegato la presidente - quello già sperimentato per la Ferriera e per l'area di crisi complessa di Trieste. Questo importante risultato, ottenuto grazie al Governo, non solo permetterà di restituire doverosamente l'area alla comunità locale, ma anche di creare le condizioni per nuovi insediamenti industriali e quindi nuovi posti di lavoro"

Per il sindaco di Torviscosa Roberto Fasan, presente a Roma per la firma del protocollo "quella di oggi è una giornata storica, un evento per la nostra comunità e per chi crede nel rilancio industriale. Il protocollo di oggi - ha concluso il sindaco - suggella un lavoro che è stato sempre compiuto in perfetta sintonia con il Ministero dell'Ambiente, la Regione, l'Arpa e il commissario straordinario".

Soddisfazione per il risultato raggiunto è stata espressa anche da Marco Cappelletto, commissario straordinario della ex Caffaro. "Questo protocollo - ha detto - rappresenta un momento di svolta ed è il frutto della lungimiranza della Regione e del ministero dell'Ambiente". Per Cappelletto il documento siglato è importante poiché "consentirà il decollo effettivo e il futuro reale di questo sito industriale, che verrà riportato ad una situazione ambientale di correttezza e sarà fruibile dalla collettività. È un risultato - ha concluso il commissario - che premia la tenacia, la legalità e la trasparenza con la quale si sono mossi tutti i soggetti impegnati in questa importante partita".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo a terra in viale Volontari della Libertà

  • Accoltellamento in via Scrosoppi, ferita una ragazza dopo una lite

  • Schianto mortale nella Bassa, perde la vita un 26enne

  • È friulano il miglior tiramisù d'Europa

  • Schianto nella notte, muore a 39 anni

  • È ritornato il giustiziere delle piste ciclabili, avvistato oggi a rigare le auto parcheggiate

Torna su
UdineToday è in caricamento