Scuola Cividale del Friuli

Alla direzione del Civiform di Cividale arriva una donna, è Chiara Franceschini

Nuova direzione al Centro di Formazione professionale di viale Gemona a Cividale del Friuli. Franceschini, nominata dal Cda a luglio scorso, succede a Daniele Bacchet

Tutto pronto per l’avvio ufficiale dell’anno formativo al Civiform di Cividale, che avviene sotto una nuova direzione. Si è infatti insediata nel ruolo di direttrice generale del Centro di Formazione professionale di viale Gemona Chiara Franceschini, subentrata a Daniele Bacchet. Già vice direttrice dell’ente, è stata nominata il primo luglio scorso dal consiglio di amministrazione.

Una nuova direttrice

Con una pluriennale esperienza in vari settori, dalla produzione ai servizi, passando per l’ambito socio-sanitario, Franceschini porta un know-how diversificato e una spiccata sensibilità per il welfare e il sociale. Oltre a vari incarichi di vertice, nel suo passato la direzione del personale di prestigiose aziende e il costante impegno nelle relazioni sindacali: da qui la sensibilità alla mediazione tra esigenze del lavoro e potenziale umano.

«Auspico di avvicinare ancora di più mercato e persone – dichiara la direttrice – portando nella formazione le skill effettivamente richieste dalle imprese del territorio, senza perdere di vista la valorizzazione delle risorse umane». Il rapporto con famiglie, territorio ed aziende è dunque prioritario. «Tra i tanti obiettivi per i prossimi anni - racconta ancora - il primo è consolidare e ampliare la rete di Civiform con il territorio, esprimendo al meglio la nostra mission, ovvero realizzare una formazione di qualità, capace di offrire percorsi di crescita umana e professionale per ragazzi e adulti, che trovano nei nostri corsi un'occasione preziosa per inserirsi in un mercato del lavoro in continua evoluzione Il secondo obiettivo – prosegue - è fare della formazione professionale un volano per lo sviluppo locale, una leva capace di aprire dei processi innovativi in un contesto economico non sempre facile. Un obiettivo da costruire insieme agli attori istituzionali, economici e sociali del territorio».

Alla neo direttrice il presidente Gianpaolo Zamparo, a nome del Cda, formula l’augurio di buon lavoro «nella certezza che le nuove sfide che attendono formazione, riqualificazione professionale e lavoro possano trovare in Civiform, sotto la sua guida e con la sua capacità di relazione con il mondo imprenditoriale, un asse strategico per tutto il territorio».

Corsi e posti ancora disponibili

Ad oggi sono 140 gli iscritti per l’anno formativo alle porte, suddivisi nei vari percorsi. Si aggiungono ai quasi 500 allievi del Centro di formazione, chiamati a sperimentare apprendimento teorico e competenze pratiche per un inserimento snello in aziende partner.

«I numeri sono positivi, confermati anche dall’aggiunta di un’ulteriore classe nel settore ristorazione» commenta Franceschini, sottolineando però che ci sono ancora posti disponibili per i percorsi triennali che permettono di diventare cuoco, cameriere, panettiere e pasticcere, grafico, elettricista, acconciatore ed estetista e inserirsi velocemente nel mercato. Ulteriore possibilità è il quarto anno, su cui la direzione intende puntare con forza. Attualmente nella sola sede di Cividale sono cinque i quarti anni prossimi all’avvio (Tecnico di cucina, Tecnico di sala e bar, Tecnico dei trattamenti estetici, Tecnico dell’acconciatura e Tecnico della trasformazione agroalimentare), realizzati in alternanza scuola-lavoro, al termine dei quali l’allievo ottiene un diploma professionale. «La richiesta delle aziende, in questo contesto mutevole, è molto alta – conclude la neo direttrice –. Il quarto anno è un percorso che migliora e completa l’offerta formativa». Per informazioni e iscrizioni è possibile contattare lo staff dedicato allo 0432705811.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla direzione del Civiform di Cividale arriva una donna, è Chiara Franceschini

UdineToday è in caricamento