rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Mostre Centro / Via Cavour, 14

Boom di visite per la super mostra di Casa Cavazzini

Week end da record con ottocento ingressi, tra sabato e domenica, all'esposizione La forma dell'infinito. Pienone anche di turisti che hanno visitato altre mostre in città

Sta confermando la sua attrattiva la mostra La forma dell’infinito aperta nove giorni fa a Casa Cavazzini a Udine. L'esposizione, cinquanta capolavori di grandi artisti della modernità, è stata curata da don Alessio Geretti e indaga su una delle questioni spirituali più affascinanti: la ricerca dell'infinito, un qualcosa che vada oltre. Un vero percorso che porta a superare le apparenze, per cercare l'essenza delle cose e del cosmo. Undici opere non sono state mai state esposte al pubblico, in particolare sei sono totalmente inediti e che Udine propone quindi per la prima volta all’attenzione del mondo.

Un Gauguin inedito a Casa Cavazzini

“É un autunno molto caldo per l'offerta culturale di Udine – spiega l’assessore Fabrizio Cigolot e la sensazione è che la colonnina di mercurio salirà ulteriormente con l'arrivo delle festività di fine anno.  Mi preme porre l’accento sulla diversificazione, sull'ampiezza e sulla varietà che Udine offre a residenti e visitatori: accanto ai capolavori dei grandi maestri del Novecento di Casa Cavazzini, proponiamo anche altre rassegne di qualità legate al Friuli, sia negli spazi del Museo Friulano di Storia naturale e di palazzo Giacomelli, sede del Museo Etnografico, che ospitano la mostra dedicata a Girolamo Venerio ed allo studio delle meteorologia, sia nel Museo friulano che presenta, da sabato scorso, la mostra 'Carnia/Cjargne', con fotografie di Giovanni Edoardo Nogaro che illustrano la montagna friulana dal 1960 al 1975. Un percorso variegato, dunque, che unisce vari punti della città e dove il locale si abbina al globale, in una proposta culturale in grado di offrire diversi spunti di interesse”. Ancora Cigolot: “Al netto della qualità delle rassegne, siamo compiaciuti di essere riusciti a mettere a disposizione delle sedi accoglienti, belle, sicure e funzionali. La cultura sta contribuendo a rivalutare il profilo della nostra città anche trainando i flussi turistici ed innescando una spirale virtuosa che si riverbera sull’economia”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boom di visite per la super mostra di Casa Cavazzini

UdineToday è in caricamento