rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Economia

In Fvg i redditi d'impresa più elevati dopo la Lombardia

Indagine Ires Fvg sulle imposte a carico delle imprese regionali: il carico effettivo medio (in calo dal 2013) è tra i più bassi in Italia; in regione una società su tre è in perdita

Irap: in Fvg il carico effettivo medio è tra i più bassi in Italia e in calo dal 2013:
In Fvg i contribuenti Irap per l’anno d’imposta 2014 sono stati 84.278 (4.458.780 in Italia, -2%, una contrazione che ha interessato in misura prevalente le persone fisiche a causa a causa della crescente adesione al regime fiscale di vantaggio, che prevede l’esonero dall’Irap, e le società di persone), con una diminuzione (-2,8%) superiore a quella nazionale. Tra questi, i soggetti che dichiarano un valore della produzione diverso da zero (al netto delle deduzioni del costo del lavoro) sono stati 83.237 (-2,8%), per un ammontare complessivo di circa 13,4 miliardi, quasi 1 miliardo in meno rispetto all’anno d’imposta 2013.
Analizzando la composizione del valore della produzione, emerge che in regione il 90% è generato dall’esercizio di un’attività economica (di cui l’85% da attività d’impresa in contabilità ordinaria e semplificata) e il 10% da attività non commerciale (comprendente quella della Pubblica amministrazione). 
La base imponibile totale, definita come somma del valore della produzione di competenza delle singole regioni al netto di tutte le deduzioni rilevanti ai fini Irap, è risultata pari in Fvg a 13,2 miliardi di euro (-6,3% rispetto al 2013), che diventano 14,1 (-3,1%) se l’attribuzione segue il criterio del luogo in cui è stata effettivamente svolta l’attività produttiva e non in base alla sede legale dei contribuenti. Se si considera la sola base imponibile dell’attività istituzionale della Pubblica amministrazione, costituita dall’ammontare delle retribuzioni corrisposte (pari a 2,6 miliardi in Fvg), si riscontra invece un valore in crescita rispetto al 2013 (+3,8%) dopo anni di diminuzione.

L’imposta dichiarata per l’anno 2014 è stata pari a 30 miliardi (-1,6% rispetto al 2013, pari a un decremento di circa mezzo miliardo), con un valore medio di 10.640 euro. La quota di tale gettito fiscale dichiarata in Fvg (in base alla sede legale dei contribuenti) corrisponde a 609 milioni (-7,7% rispetto al 2013), con un valore medio pari a 10.580 euro. Se invece si considera la distribuzione territoriale sulla base del luogo in cui è stata svolta l’attività produttiva la quota di Irap del Fvg è maggiore ed equivale a 662 milioni (2,2% del totale nazionale).
Limitatamente al settore privato (escludendo quindi l’attività istituzionale della Pubblica amministrazione), il rapporto tra l’imposta netta e la base imponibile su scala territoriale consente di stimare il carico Irap effettivo medio per regione, che evidenzia i valori massimi in Campania e nel Lazio (5% in entrambi i casi). In Fvg l’aliquota media è una delle più basse in Italia (3,8%), assieme alle altre regioni a statuto speciale (Sicilia esclusa): Valle d’Aosta (3,7%), Trentino Alto Adige (2,7%) e Sardegna (1,1%). 

NotaSi può infine evidenziare una diminuzione nel tempo del carico medio Irap effettivo nella nostra regione, che nell’anno d’imposta 2012 aveva sfiorato il 4%. Ai sensi del d.lgs. 446 del 1997 che regola l’Irap, le regioni hanno infatti la facoltà di variare l'aliquota standard fino ad un massimo di un punto percentuale. La variazione può essere differenziata per settori di attività e per categorie di soggetti passivi. L’aliquota standard è pari al 3,9% con alcune eccezioni settoriali: 4,65% per banche e finanziarie; 5,9% per i soggetti operanti nel settore assicurativo; 4,2% per società di capitali ed enti commerciali esercenti attività di imprese concessionarie diverse da quelle di “costruzione” e “gestione di autostrade e trafori”.
01-5-19

02-3-11

03-14

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Fvg i redditi d'impresa più elevati dopo la Lombardia

UdineToday è in caricamento