Domenica, 1 Agosto 2021
Economia

"Continua l’odissea dei consumatori trasferiti da una società di gas e luce a un’altra a loro insaputa"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Non c’è pace per i consumatori friulani che dal mese di luglio di quest’anno si erano ritrovati da un giorno all’altro un nuovo trader di luce e gas senza aver firmato nulla; grazie al tempestivo intervento della Federconsumatori di Udine, la quale ha provveduto a inoltrare i reclami alla società di vendita spagnola che aveva inconsapevolmente acquisito in modo illegittimo i clienti, la situazione pareva finalmente risolta, con il totale azzeramento delle fatture emesse, ex art. 66 quinquies del d. lgs. 21/2014. L’articolo in questione, rubricato Fornitura non richiesta, prevede infatti che «il consumatore è esonerato dall’obbligo di fornire qualsiasi prestazione corrispettiva in caso di fornitura non richiesta di beni, acqua, gas, elettricità, teleriscaldamento o contenuto digitale o di prestazione non richiesta di servizi». Purtroppo però le sorprese non erano finite; la Presidente di Federconsumatori di Udine Erica Cuccu e Letizia D’Aronco che si sono occupate sin dal principio di questi casi, hanno rilevato che era avvenuto un’ulteriore passaggio ad altre società di vendita di energia, sempre con le medesime modalità truffaldine. I responsabili dei primi contratti non richiesti non si sono limitati quindi ad agire una volta ma hanno continuato a sottoscrivere contratti sostituendosi agli ignari consumatori, indicando, come nella prima occasione, numero di carte d’identità, recapiti telefonici e indirizzi email totalmente di fantasia. Le referenti dello Sportello energia della Federconsumatori di Udine hanno quindi provveduto nuovamente a effettuare i controlli necessari e le debite contestazioni, auspicando che i responsabili di tale condotta siano perseguiti a norma di legge, evitando il ripetersi di queste situazioni disagevoli. Chi si fosse trovato in una situazione simile e non avesse ancora presentato reclamo può contattare le sedi territoriali dell’associazione per avere assistenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Continua l’odissea dei consumatori trasferiti da una società di gas e luce a un’altra a loro insaputa"

UdineToday è in caricamento