Cronaca Codroipo

FriulMedica decide di riaprire per rispondere alle richieste di medici di base e privati

Da lunedì 6 aprile accesso solo su appuntamento per prelievi del sangue, prestazioni ambulatoriali e attività radiologiche con ecografie

FriulMedica, poliambulatorio specialistico con sede a Codroipo, riapre le porte. Lo fa lunedì 6 aprile con il consueto orario, dalle 7.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 19.00.  “La decisione - spiega il titolare Enrico Musso - arriva in seguito alle svariate richieste pervenute sia da medici di base che da privati cittadini, che in questo periodo di emergenza evidenziano difficoltà nell’accedere e prenotare alcuni servizi ambulatoriali di base. Gli ospedali sono stati infatti costretti a spostare molte risorse nei reparti che si occupano dell’emergenza coronavirus e questo ha inevitabilmente intaccato l’erogazione di quelle prestazioni ritenute secondarie. A Codroipo poi, queste si sono definitivamente fermate dal 1° gennaio, quando l’Ospedale di Comunità è confluito all’interno dell’ASU FC (Azienda Sanitaria Universitaria Friuli Centrale)”. 

FriulMedica, nonostante rientrasse tra le attività legittimate dal Dpcm dell’11 marzo, aveva deciso di rimanere chiusa sia per salvaguardare la sicurezza e la salute di tutti i suoi dipendenti e collaboratori, sia per prepararsi al meglio ad una gestione in situazione d‘emergenza. Non contando che alcuni medici di cui la struttura si avvale erano impossibilitati a spostarsi dal Veneto a Codroipo. “La riapertura avviene per assicurare il diritto alla salute, un diritto fondamentale per tutti i cittadini. - specifica Musso – Nel farlo, abbiamo adottato tutte le misure di sicurezza richieste dal protocollo, a partire dall’accesso alla struttura, che avverrà solo su prenotazione per evitare sovraffollamenti. Abbiamo predisposto una specifica area di accoglienza dove il personale infermieristico si accerterà che i pazienti non presentino sintomatologie riconducibili al Covid-19, rilevando anche la temperatura corporea. Questo per evitare che persone potenzialmente positive possano entrare in poliambulatorio.”

FriulMedica verificherà che tutti indossino i dispositivi di sicurezza e si impegna a fornirli a chi ne fosse sprovvisto prima di accedere in struttura, essendo riuscita a recuperare un'importante fornitura di mascherine chirurgiche certificate. Gli ambienti di FriulMedica vengono sanificati ogni giorno e la struttura possiede un sistema di ricircolo d’aria primaria per un suo continuo filtraggio. Inoltre, sono stati predisposti dei percorsi ad-hoc per l’accesso delle persone, garantendo anche in questo caso completa sicurezza.

“Per noi è fondamentale che chi ha bisogno dei nostri servizi si senta sicuro nel raggiungerci e vogliamo rassicurare tutti sull’adeguatezza della nostra struttura. Tutto il personale è stato sottoposto al test Covid-19, risultando negativo, e continuerà ad essere monitorato, così da garantire la massima sicurezza per l’ambiente, l’operatore e ovviamente il paziente”. – afferma Musso, che vuole ringraziare tutto il personale della FriulMedica, tutti i medici e gli specialisti che, con grande senso di responsabilità, si sono messi a disposizione per permettere al poliambulatorio di poter operare e quindi rispondere alle necessità della comunità anche in questo momento di estrema emergenza sanitaria.
Chiunque si debba recare in FriulMedica può farlo semplicemente compilando e mostrando alle PA l’autocertificazione, meglio ancora se accompagnata da ricette o impegnative del medico.
Per prenotare gli esami è sufficiente chiamare in struttura o utilizzare l’App FriulMedica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

FriulMedica decide di riaprire per rispondere alle richieste di medici di base e privati

UdineToday è in caricamento