menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terremoto Croazia: Risveglio da incubo, altre tre scosse all'alba

Molte le famiglia rimaste senza casa, scatta la solidarietà per procurargli un tetto sicuro

Dopo il terremoto devastante di ieri, questa mattina altre tre scosse hanno fatto sobbalzare la popolazione. In sequenza la prima di magnitudo 4.7 è stata registrata sempre nella regione di Zagabria, nei pressi di Donje Mokrice a sud di Petrinja, alle 6.15. La seconda nelle vicinanze di Letovanic sempre in prossimità della cittadina devastata ieri, alle 6.26 di magnitudo 4.8. La più debole si è verificata alle 6.29 (3.9). Residenti a Zagabria, Karlovac, Sisak e persino in Slovenia riferiscono di essere stati svegliati da un terremoto. «Tutto ciò che non è ancora caduto sta cadendo dalle rovine di Petrinja. Questa seconda notte insonne per Sisak e Banija è una grande pressione per il futuro e l'esistenza. Stiamo affrontando tutto questo insieme» ha detto Darinko Dumbovi?, il sindaco di Petrinja, nella sua apparizione a "Dobro jutro" su Hrt, la tv di Stato croata. Intanto la popolazione croata si è messa in moto per aiutare i terremotati. Moltissime le offerte di ospitalità arrivate in poche ore a chi è rimasto senza casa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, quasi 700 contagi e 26 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento