menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Casa Pound contro la giunta Fontanini

Domani i militanti manifesteranno pubblicamente la loro posizione in merito alla targa rimossa dal ceppo commemorativo per le vittime delle foibe

Il Giorno del Ricordo fa sempre discutere e anche quest'anno non sono mancate polemiche a Udine. 

I fatti

Era domenica mattina quando, dopo la celebrazione della Santa Messa in ricordo delle vittime delle foibe e dei defunti giuliano nella Parrocchia Beata Vergine del Carmine, le manifestazioni organizzate dal Comune di Udine si sono spostate al parco “Martiri delle Foibe”, il cui nome è stato recentemente modificato, rispetto all’originario “Vittime delle Foibe”, su iniziativa del consigliere comunale Luca Onorio Vidoni.

Il blitz di Casa Pound

Nonostante ci fosse già un veto da parte della giunta Fontanini, i militanti di Casa Pound hanno affisso sul ceppo una targa che ricorda anche i friulani infoibati, nonostante appunto non avessero alcuna autorizzazione.

La rimozione

Proprio perché priva di autorizzazione e perché sul monumento è già presente una scritta commemorativa (quella voluta dall’ingegner Cattalini) che rappresenta l’associazione degli esuli istriani, dalmati e fiumani, la targa affissa dai militanti di Casa Pound è stata rimossa dalla giunta Fontanini.

La conferenza stampa

Le polemiche a seguito di questa rimozione non si sono placate e così domani i militanti di Casa Pound chiariranno pubblicamente la loro posizione riguardo la targa prontamente rimossa dal sindaco Fontanini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Chi può prenotare il vaccino? L'elenco completo delle categorie

Attualità

Tutti a vaccinarsi, mega coda in Fiera a Udine

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento