Carenza di personale, età media elevata e salute: tutti i problemi delle Poste in Fvg

Il 24 settembre si è svolto il Consiglio Regionale della UILposte FVG che ha evidenziato tutte le criticità che riguardano gli uffici della nostra regione

Immagine d'archivio

Salute, sicurezza ma anche carenza degli organici: sono stati questi i temi al centro del Consiglio Regionale della UILposte FVG che si è tenuto il 24 settembre a Bagnaria Arsa alla presenza del Segretario Organizzativo Nazionale, Aurelio Imparato, e di una delegazione UILposte del Veneto. 

I problemi delle Poste 

Nel corso dei lavori si è fatto il punto della situazione in azienda e si è rimarcato il problema della carenza di organici, in una regione caratterizzata da un’età media elevata dei dipendenti, che vedrà nei prossimi mesi ulteriori uscite per esodi e pensionamenti, non adeguatamente compensate da nuove assunzioni. Per la UILposte FVG rimane di fondamentale importanza il tema del ricambio generazionale e dell’occupazione, da conseguire attraverso un numero maggiore di assunzioni destinate al Friuli Venezia Giulia grazie agli Accordi sulle Politiche attive del Lavoro.

Smart working

Anche il tema dello smart working all’interno di Poste Italiane S.p.A. è stato oggetto di analisi. Infatti vista la complessità del tema ed il numero consistente di dipendenti che hanno usufruito di questa “nuova modalità di lavoro”, urge uno specifico accordo per avere un quadro normativo chiaro e ben strutturato con obiettivi condivisi tra datore di lavoro e dipendente, garantendo il diritto alla disconnessione. Un altro argomento urgente è il rinnovo del CCNL, chiesto con forza da questa Segreteria, per rivendicare un adeguato recupero salariale che vada a riconoscere e soddisfare l’impegno profuso dai lavoratori postali, a tutti i livelli. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nomine e sostituzioni

Il Consiglio Regionale ha quindi provveduto alle nomine e sostituzioni dei propri Organi Statutari, eleggendo il nuovo Segretario Generale UILposte FVG nella persona di Ugo Spadaro. 40 anni, già attivo nella UILposte dove ricopre anche un incarico nazionale, Spadaro subentra al Segretario uscente, Paolo Ceci, che rimarrà nella UILposte regionale.  È stato inoltre proposto e condiviso, per dare maggiore integrazione e coesione al territorio regionale, l’inserimento dei Segretari territoriali all’interno della struttura regionale, che risulta così composta: Luigi Fantuz (PN) Rossella Anticoli (UD) Grazia Colella (GO). Riconfermato Michele Rossi, con delega per Trieste - struttura accorpata a quella regionale - e Referente regionale in materia di Sicurezza sul lavoro. La nuova Segreteria UILposte darà seguito alla propria attività sindacale su tutto il territorio regionale, al fine di migliorare le condizioni lavorative in tutte le strutture postali, riportando una condizione di maggior benessere nei luoghi di lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Slovenia chiude nuovamente il confine con l'Italia, anche il Fvg è considerato zona rossa

  • Il ristorante non vuole chiudere e garantisce posti letto a prezzi stracciati

  • Covid 19: quattordicenne ricoverato a Udine in Medicina d'urgenza

  • Coronavirus, 334 contagi e tre morti: c'è anche una donna di 41 anni

  • Coronavirus, positivi alla Quiete, in ospedale a Palmanova, Udine e San Daniele

  • Fedriga e l'allarme Dpcm: "Spariranno migliaia di attività economiche"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento