rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Cronaca Via Colugna / Via Chiusaforte

Scandalo vaccini: cause e class action contro Emanuela Petrillo

Richiamo per 5.400 in Friuli su un totale di 6-7.000 vaccinati. A breve sarà inoltre disposto un nuovo piano di controllo da parte della Magistratura per rispondere agli accertamenti legali e penali

La task force “vaccinare-sì”  ha confermato che una parte dei bambini controllati e che avevano effettuato l’intero ciclo con l’assistente sanitaria Emanuela Petrillo, non ha ricevuto un ciclo completo. Pertanto si ritiene verosimile che in diversi casi si sia “fatto finta” di eseguire le vaccinazioni. Complessivamente, i bambini/ragazzi che verranno richiamati nel Medio Friuli sono circa 5.400, a cui vanno aggiunti alcuni altri casi vaccinati da PE in altri Distretti della ex ASS 4 (poche decine per distretto) e gli adulti, per un numero complessivo totale fra 6.000 e 7.000.

Per primi, verranno richiamati i bambini/ragazzi che hanno effettuato l’intero ciclo di vaccinazioni in giorni in cui era effettivamente in servizio Emanuela Petrillo (giorni compresi fra il 16 novembre 2009 e il 18 dicembre 2015): si tratta complessivamente di 2.400 bambini/ragazzi.  Tutte le famiglie verranno chiamate entro metà maggio e verrà fissato un appuntamento per eseguire le vaccinazioni entro maggio. Successivamente, verranno richiamati tutti gli altri 3.000, che hanno effettuato solo una parte delle vaccinazioni (per ciascun tipo) nei giorni in cui era in servizio P.E., e quindi hanno effettuato una parte delle loro vaccinazioni in giorni in cui Emanuela Petrillo non era in servizio. In tutti i casi cui serve, alla prima dose seguiranno i richiami, come di consueto.  L’intero piano straordinario “VACCINARE-SÌ” sarà completato entro l’anno e si ricorda che fare una vaccinazione in più non comporta alcun rischio per il bambino e che nel dubbio è preferibile rifarla. Per altre informazioni si invita a consultare il sito internet dell'Ass3. 

L'Azienda Assistenza Sanitaria n.3 a breve farà partire un'azione legale, contestualmente potrebbe partire una class action da parte di più gruppi di genitori, come nel caso delle mamme e dei papà di Mereto di Tomba. A giorni verrà disposto un nuovo piano di prelievi dalla Magistratura per rispondere agli accertamenti legali e penali. Le interviste a Pierpaolo Benetollo, direttore dell'Aas 3, e a Laura Ziani, madre di due bimbi vaccinati dall'assistente sanitaria contro la varicella ma colpiti entrambi dal virus epidemico.

20170503_110942-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scandalo vaccini: cause e class action contro Emanuela Petrillo

UdineToday è in caricamento