menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I vigili urbani a bordo di un autobus Saf

I vigili urbani a bordo di un autobus Saf

La Saf lancia la lotta ai 'furbetti': sanzioni fino a 210 euro

Garantita la libera circolazione delle forze dell'ordine a bordo, a tutela della sicurezza dei passeggeri regolari

Pagare il biglietto dell'autobus tutela chi è corretto rispetto ai "furbetti" e garantisce sicurezza a bordo. Lo ricorda la SAF, precisando ricorda che chi non paga il suo viaggio rischia sanzioni fino a 210 euro. Una recente legge regionale (la 13/2014 dd. 18/07/14) ha, infatti, introdotto importanti novità sulla regolarità del pagamento del titolo di viaggio, indicando le modalità della libera circolazione degli appartenenti alle forze dell’ordine. La loro presenza a bordo si lega anche a una funzione sociale e rafforza la collaborazione con enti locali e gestori dei servizi, con l'obiettivo di assicurare le migliori condizioni di viaggio; un'attività di controllo a loro congeniale, a garanzia di un viaggio sicuro a tutela dei passeggeri regolari.

"La nuova normativa - spiega SAF - intende contrastare l’evasione che, pur attestandosi ora su percentuali limitate in regione, vede una tendenza al rialzo soprattutto nelle aree a forte mobilità sociale e sui servizi urbani a breve percorrenza". Sarà contestualmente rinforzata l’attività di controllo della regolarità dei titoli di viaggio; la norma conferma la possibilità per le aziende che gestiscono i servizi di trasporto di utilizzare per i controlli anche guardie giurate, come già avviene già da tempo in SAF con buoni risultati, “affinchè la maggioranza dei passeggeri che acquista e usa correttamente il titolo di viaggio sia tutelata, e sia sanzionata invece quella minoranza irregolare che non solo mina la qualità del servizio, ma soprattutto discredita l’intera comunità".

Le nuove norme modificano anche gli importi a carico di chi viaggia sui mezzi pubblici sprovvisto del titolo di viaggio: le sanzioni sono infatti aumentate, e vanno da 50 a 210 euro; in caso di pagamento entro 15 giorni dalla notifica la multa è pari, in misura ridotta, a 70 euro più il prezzo del biglietto. Chi dimentica l’abbonamento ma dimostra, entro 5 giorni dal rilievo della sanzione, di essere in possesso (alla data della sanzione) di un regolare titolo di viaggio, la sanzione è ridotta a 5 euro. Restano invariate le misure di altre sanzioni tra cui la “recidività”, la “falsificazione e uso dei titoli di viaggio” e il mancato rispetto delle norme contenute nel Regolamento di Vettura.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Udine usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento