Bomba d'aereo americana ritrovata a Campoformido

L'intervento di bonifica dell'ordigno risalente alla Seconda Guerra Mondiale è stato eseguito dal Terzo Reggimento Genio Guastatori di Udine

Nella giornata di ieri, 9 giugno, il Terzo Reggimento Guastatori di Udine ha rintracciato e fatto brillare una bomba d'aereo americana risalente alla Seconda Guerra Mondiale che si trovava nel territorio di Campoformido.

L'intervento

I militari, accompagnati dai carabinieri della stazione locale, si sono recati in località zona Agro, nel comune di Campoformido, dove giorni prima un contadino aveva allertato le forze dell'ordine per la presenza di un oggetto di ferro anomalo nel suo campo. Gli artificieri, una volta sul posto, hanno potuto confermare la presenza di un ordigno bellico ancora attivo, identificandolo in una bomba d’aereo da 20 libbre, modello AN- M41 Frag. (HE – alto esplosivo) di nazionalità americana e risalente alla Seconda Guerra Mondiale.

La bomba

Si tratta di una bomba d’aereo che nel contatto con il suolo non è esplosa e ha perso il suo codolo. Era lunga 508 millimetri e larga 130. Gli americani ne sganciavano a decine nello stesso momento ed erano di tipo a frammentazione contro persone.

bomba-10-2

Le operazioni

Dopo aver messo in sicurezza la bomba d’aereo, i guastatori l’hanno trasportata in un luogo idoneo al brillamento all’ex cave inerti nel comune di Campoformido, dove nel frattempo una macchina movimento terra, sempre del genio guastatori di Udine, aveva predisposto una buca, in gergo militare detta “fornello”, all’interno della quale, con l’innesco di altro apposito esplosivo militare, alle 12.30 circa l’ordigno è stato definitivamente neutralizzato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Collaborazione

La cornice di sicurezza è stata garantita, oltre che dalla locale stazione dei carabinieri, anche dall’intervento della polizia locale di Campoformido. L’assistenza sanitaria con relativo mezzo di soccorso, obbligatorio in questo tipo di interventi, è stata garantita dal corpo militare della Croce Rossa Italiana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Slovenia chiude nuovamente il confine con l'Italia, anche il Fvg è considerato zona rossa

  • Il ristorante non vuole chiudere e garantisce posti letto a prezzi stracciati

  • Covid 19: quattordicenne ricoverato a Udine in Medicina d'urgenza

  • Coronavirus, 334 contagi e tre morti: c'è anche una donna di 41 anni

  • Coronavirus, positivi alla Quiete, in ospedale a Palmanova, Udine e San Daniele

  • Fedriga e l'allarme Dpcm: "Spariranno migliaia di attività economiche"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento