Il branco pesta a sangue un ragazzo per una donna

Le indagini della Squadra mobile udinese iniziano a far chiarezza su un episodio che si è verificato lo scorso 17 luglio all'esterno della discoteca Kursaal di Lignano Pineta

Quattro albanesi e un italiano - sempre di origini albanesi - sono stati denunciati dalla Polizia per la lite scoppiata la notte del 17 luglio scorso al Kursaal di Lignano Sabbiadoro e sfociata in un pestaggio all'esterno del locale. L’episodio è costato 15 giorni di chiusura forzosa alla discoteca di Lignano Pineta, in seguito alla decisione emessa dal questore di Udine, Claudio Cracovia. Quattro dei protagonisti della vicenda sono residenti in provincia di Pordenone e uno in provincia di Venezia, a Cinto Caomaggiore. Dei pordenonesi uno fa lo studente, un’altro effettua dei lavori stagionali a Bibione e gli altri due sono nullafacenti. Il veneziano - classe ’89 - svolge invece la professione di artigiano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I FATTI. Secondo quanto ricostruito dalla Squadra mobile, con l'ausilio delle telecamere di videosorveglianza del locale, il diverbio sarebbe cominciato all'interno della discoteca, poco dopo le 4, tra uno degli albanesi e un ragazzo marocchino, minorenne. La lite sarebbe avvenuta per una ragazza, ex fidanza di quest'ultimo e amica del gruppetto di albanesi. Il litigio si sarebbe poi allargato anche a un amico del marocchino, un minorenne di nazionalità egiziana. Il giovane albanese avrebbe così colpito i due minori con  pugni, e l'egiziano avrebbe reagito con una bottigliata, riuscendo poi a dileguarsi. Il gruppetto di albanesi ha quindi atteso il marocchino all'uscita della discoteca e quando questi  è andato  verso il parcheggio insieme a un connazionale, poco più che maggiorenne e del tutto estraneo ai fatti precedenti, hanno cominciato a picchiarli. Ad avere la peggio è stato proprio il maggiorenne, che ha riportato una frattura dell'osso occipitale. L’episodio lo ha costretto al ricovero in ospedale  con una prognosi che al momento è di 34 giorni. Per i cinque, quattro che avrebbero partecipato materialmente al pestaggio e il quinto - il veneziano - che si sarebbe limitato ad assistere alla scena, è scattata la denuncia in Procura per lesioni, percosse e danneggiamento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È mancato Cristian De Marco, il fondatore del Piccolo Coro del Fvg

  • Coronavirus, i positivi salgono di più del doppio rispetto a ieri

  • Muore in carcere a soli 22 anni, la Procura apre un'indagine

  • Affetto da Coronavirus, si presenta in farmacia senza mascherina violando la quarantena

  • Mascherine 3D riutilizzabili: l'invenzione di due aziende udinesi

  • Coronavirus, il Friuli Venezia Giulia al primo posto in Italia nel rispetto delle limitazioni

Torna su
UdineToday è in caricamento