Ricercato telefona in Questura e l'operatore lo convince a costituirsi

Un 46enne udinese residente in Germania, che deve scontare oltre 6 anni di detenzione, dopo la chiamata si è fatto trovare a Latisana per essere condotto in carcere

Chiama in Questura - dopo essere stato avvisato dal suo legale di possibili provvedimenti a suo carico - chiedere chiarimenti e, convinto da un poliziotto della Squadra Mobile di Udine, si costituisce. È successo a Udine.

L'uomo, un 46enne udinese da alcuni anni residente in Germania per motivi di lavoro, era destinatario di un cumulo pene emesso dalla Procura generale di Trieste. Deve scontare 6 anni, 1 mese e 5 giorni di detenzione per una serie di reati commessi diversi anni fa: aveva in carico una condanna per riciclaggio e ricettazione del 2005 a Udine, per lesioni aggravate e minaccia avvenute a Latisana nel 2009 e minaccia con l'uso di armi a Treviso nel 2010. 

Convinto dalla Polizia a costituirsi, l'uomo si è fatto trovare ieri a Latisana, dove vivono alcuni familiari. La Polizia ha quindi dato esecuzione all'ordine di carcerazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta nelle acque gelide del canale per salvare il suo labrador, è la compagna di mister Gotti

  • Scuole chiuse, niente eventi sportivi, musei e messe per una settimana: Friuli pronto a fermarsi completamente

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • Coronavirus, tutto quello che chiude fino al primo marzo

  • Camminano per strada rientrando in albergo e gli arriva un secchio di urina in testa

Torna su
UdineToday è in caricamento