Cronaca Centro / Via Aquileia

«Via Aquileia, quanto ci costi?»: l'opposizione interroga la Giunta sulla strada ancora chiusa

Un question time con primo firmatario il consigliere Alessandro Venanzi è stato presentato alla Giunta per sapere i costi dei nuovi lavori, quando sarà riaperta la strada e se i commercianti saranno aiutati

Il manto stradale dopo l'eliminazione delle righe blu dei parcheggi

Quando sarà riaperta la via? Quanto sono costati i lavori di rifacimento della segnaletica? Verranno dati dei contributi ai negozianti per i mancati incassi? Queste e altre domande compongono il question time presentato dall'opposizione alla Giunta, per capire alcune cose rispetto al cantiere di via Aquileia, strada ancora chiusa al traffico.

In particolare i firmatari, capitanati da Alessandro Venanzi, chiedono e si chiedono se sia stata condivisa e analizzata dalla Giunta la relazione tecnica predisposta dai dirigenti comunali, posto che sono stati approvati die diversi schemi di viabilitò e segnaletica orizzontale. 

I dubbi però, oltre le tempistiche e i costi, riguardano anche le modalità.

Una delle questioni sollevate riguarda infatti anche i lavori di eliminazione della vernice: i firmatari si chiedono se è vero che si sia reso necessario un ulteriore intervento di risigillatura del porfido e di riposizionamento della resina e quindi se sia stato accertato che lo strato di microsfere in metalli residuato sul mando stradale non abbia danneggiato il manto e le fughe. 

A siglare il documento sono stati Alessandro Venanzi, Monica Paviotti, Cinzia Del Torre, Pierenrico Scalettaris, Vincenzo Martines, Lorenzo Patti, Riccardo Rizza e Federico Pirone per Pd, Siamo Udine, Italia viva e Progetto Innovare.

Parziale risposta è arrivata sui costi, con la Giunta a dichiarare di non aver speso più del previsto perché anche se i lavori di rimozione delle strisce blu sono costati oltre 2500 euro, essendoci stato un ribasso d'asta questi soldi sono rientrati nel budhet iniziale.

Ultima domanda del question time, che segue l'interrogazione presentata dal consigliere Enrico Bertossi sulle stesse tematiche, riguarda le piste ciclabili: non solo quella di via Aquileia (se sarà o meno a doppio senso di marcia), ma anche se quella di via Zanon sarà davvero eliminata come preannunciato nonostante le proteste di alcuni cittadini. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Via Aquileia, quanto ci costi?»: l'opposizione interroga la Giunta sulla strada ancora chiusa

UdineToday è in caricamento