rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Vaccini per tutti, il Friuli dice addio alle fasce prioritarie

Riccardi "Se i posti disponibili per le categorie prioritarie non verranno occupati, ci organizzeremo per aggiornare costantemente e quotidianamente gli appuntamenti così da aprirli a tutta la popolazione"

Nuova gestione delle agende vaccinali in Friuli Venezia Giulia. Pur mantenendo la priorità per determinate categorie (over 50 più quelle previste dal ministero della Salute) si è deciso di aprire le prenotazioni a tutti nel caso rimanessero appuntamenti scoperti nel corso delle giornate. La motivazione è semplice: sfruttare al massimo della loro capacità gli hub vaccinali e consentire di prendere appuntamento o addirittura di anticiparlo a tutti gli utenti interessati. Riccardo Riccardi, vice governatore con delega alla Salute, spiega così questa decisione: "Se i posti disponibili delle agende riservate non verranno occupati, le Aziende sanitarie potranno aprirli a tutta la popolazione anche per non tenere aperti i centri vaccinali se non al massimo della loro capacità". E continua: "Dall'8 gennaio scorso sono state inserite fra le categorie che hanno priorità vaccinale anche i nati nel 1972 o prima, accanto a quelle già previste dal ministero ovvero i soggetti non ancora vaccinati, i fragili, gli ultraottantenni e i cittadini a cui scade la certificazione verde entro fine mese. A queste categorie dedichiamo delle agende riservate ma se i posti disponibili non verranno occupati, ci organizzeremo per aggiornare costantemente e quotidianamente gli appuntamenti". 

Come funziona

Le persone interessate a vaccinarsi in tempi rapidi possono verificare la possibilità di anticipare il vaccino già prenotato attraverso gli sportelli Cup delle Aziende sanitarie, nelle farmacie abilitate, tramite il Call center regionale o la webapp. In quest'ultimo caso, una volta accertata la disponibilità, il cittadino deve prima cancellare la prenotazione per poi farne una nuova.

Le categorie prioritarie


Riccardi poi fa un appello affinché le persone appartenenti alle categorie prioritarie prenotino la vaccinazione: "Stiamo assistendo ad una risposta ancora timida da parte dei soggetti che hanno priorità a vaccinarsi  a loro verrà data precedenza così come disposto dal ministero e dal commissario Figliuolo". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini per tutti, il Friuli dice addio alle fasce prioritarie

UdineToday è in caricamento