rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
pestaggio / Centro

Barista picchiato a sangue da un finto runner: "Pensavo di morire"

L'esercente è stato aggredito fuori da casa, mentre si stava preparando per raggiungere il suo locale

In pochi secondi si è trovato proiettato sul cofano della sua automobile e poi a terra. Prima è stato riempito di pugni e schiaffi, poi di calci. Il tutto con la massima forza da parte dell’aggressore. “Pensavo mi volesse uccidere” ci ha raccontato la vittima. Successivamente, al momento del congedo, una frase che suonava più o meno in questi termini: “Così impari a molestare e toccare le donne”.

La storia

È quanto è capitato sabato scorso in piazzale Cella a un barista udinese, che gestisce un locale in pieno centro città. L’uomo non riesce a darsi nessuna spiegazione sulla vicenda di cui è stato vittima. “Ho una relazione con una donna da diversi anni, non capisco che riferimento potesse essere quello dell’uomo che mi ha picchiato in quel modo selvaggio”. L’individuo, secondo il racconto dell’aggredito, era un soggetto con capelli corti e mori, un pizzo leggermente marcato, alto un metro e 75 circa e ben strutturato. “Lo riconoscerei se me lo ritrovassi di fronte”. La particolarità è rappresentata dal fatto che fosse travestito da runner, con pantaloncino corto e maglietta tecnica. “È arrivato dal lato di via Sabbadini – racconta il malcapitato – e sembrava davvero un corridore amatoriale della mattina, come ce ne sono tanti. Una volta a tiro mi ha colpito. Non è una cosa capitata per caso, si percepiva nettamente che si fosse studiato tutto. Io di base esco sempre alla solita ora di casa, verso le 7”. Una volta recuperate le forze il barista è salito in auto e ha comunque raggiunto il suo locale, sperando di riuscire a lavorare. Non appena arrivato sul posto, però, non ce l’ha fatta ad andare avanti ed è dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso cittadino, dove gli sono stati prescritti 10 giorni di prognosi per guarire dalle tante ferite rimediate. Sulla vicenda indagano gli uomini della questura cittadina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barista picchiato a sangue da un finto runner: "Pensavo di morire"

UdineToday è in caricamento