Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Chiusure obbligatorie: Carrefour, Bennet ed altri apriranno a Pasquetta

La Grande distribuzione sfida nuovamente la legge regionale. A rischio sanzioni diverse catene che hanno già annunciato le aperture straordinarie durante le prossime, imminenti festività

Si avvicinano i ponti di Pasqua, del 25 aprile e del 1° maggio e la questione sulle aperture festive dei negozi e dei centri commerciali è ancora aperta e incalzante. Si aspetta con impazienza il responso chiesto alla Corte Costituzionale sulla legittimità della normativa regionale 4/2016 che prevede la chiusura obbligatoria degli esercizi commerciali durante le festività. La legge infatti, che, ricordiamo, può non essere applicata solamente nei comuni a valenza turistica, è stata valutata come sovra regionale e in contrasto con i principi europei della libera concorrenza dall'allora Governo Renzi e da Federdistribuzione.  
La sentenza era attesa per martedì 11 aprile. Non arrivando, la Regione, attraverso il vicepresindente Sergio Bonzonello, ha ricordato che nel frattempo non sarà data alcuna deroga (come invece accaduto durate il primo novembre) in merito. 

LE MULTE: Ma, nonostante l'invito a rispettare la norma e le altissime multe che potrebbero arrivare, alcune catene della Gdo (Grande distribuzione organizzata) hanno già iniziato a pubblicare sui propri siti gli orari delle prossime aperture straordinarie. Fra questi, ad esempio, il Carrefour di Tavagnacco (quello di Udine sarà invece chiuso) e il Bennet di Pradamano (vedi immagine in basso) che, in barba alle indicazioni comunali e regionali, hanno deciso di alzare le serrande anche a Pasquetta. Le pesanti sanzioni sono in agguato e chi terrà i negozi aperti a Pasqua e  Pasquetta (ma se non arriva la sentenza, anche il 25 aprile e il 1° maggio) rischia sanzioni che possono arrivare fino a 36 mila euro e, in caso di recidiva, chiusure dai 7 ai 30 giorni o addirittura la sospensione dell'attività. A ricordarlo Cristian Sergo, consigliere regionale del MoVimento 5 Stelle, che ha voluto anche avvisare i futuri trasgressori come “nessun danno in caso di penali potrà esser risarcito, anche se la Corte Costituzionale dovesse dichiarare a posteriori illegittima la Legge Regionale.” 

I CONTROLLI: A verificare le aperture saranno gli agenti di Polizia delle varie Uti. Quindi, nel caso del Pradamano Shopping Center per fare un esempio, non è detto che a Pasqua e Pasquetta potrebbero arrivare a fare dei sopralluoghi i vigili di Pradamano, ma quelli di Udine che fanno parte della stessa Uti Friuli Centrali. Enrico Mossenta, sindaco di Pradamano, ci ha confermato che, non essendoci nessuna sospensiva, come accaduto durante la scorsa giornata di Ognissanti, vigilerà la situazione attenendosi scrupolosamente alle norme regionali.   

I SINDACATI: I sindacati, nel frattempo, hanno invitato i dipendenti a negare espressamente la disponibilità a lavorare nelle festività infrasettimanali. Le Federazioni provinciali di Udine dei lavoratori commercio turismo e servizi hanno ricordato che il CCNL prevede il pagamento della normale retribuzione in caso di mancata prestazione lavorativa in giornata festiva; a sancirlo numerose sentenze che hanno stabilito come non sia obbligatoria la prestazione lavorativa durante le giornate festive infrasettimanali.  

“Siamo consapevoli della debolezza che si vive quotidianamente nei punti vendita – spiegano -, soprattutto quelli piccoli o quelli non organizzati sindacalmente, dove la paura di ritorsioni di fatto impedisce alle lavoratrici ed ai lavoratori di esercitare un proprio diritto. Crediamo però sia giunto il momento di spezzare questo cortocircuito. Allo stesso modo invitiamo le lavoratrici ed i lavoratori che nel proprio contratto individuale abbiano sottoscritto la disponibilità alla prestazione lavorativa festiva, parliamo soprattutto di contratti individuali proposti negli ultimi 8-10 anni, a recarsi presso le nostre sedi per impugnare tali clausole, illegittime.”

bennet apertura-3

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiusure obbligatorie: Carrefour, Bennet ed altri apriranno a Pasquetta

UdineToday è in caricamento