rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Cronaca Lovaria

Biancardi: "missione a Cuba doverosa a causa della gravità dei fatti"

Il Procuratore capo di Udine ha commentato la partenza per l'isola caraibica da parte degli investigatori italiani, volati oltre oceano per interrogare Reiver Laborde Rico

"La missione a Cuba era doverosa, proprio per la gravità dei fatti e la particolarità della situazione processuale''. Lo ha dichiarato ieri all'ANSA il Procuratore capo di Udine Antonio Biancardi, mentre gli investigatori si imbarcavano sul volo che li avrebbe portati a L'Avana.

Dall'isola caraibica il capitano Fabio Pasquariello, comandante del Nucleo investigativo di Udine, il capitano Giuseppe De Felice del reparto crimini violenti dei Ros di Roma e il tenente dell'Interpol Stefano Carella forniranno aggiornamenti costanti alla Procura sull'andamento della rogatoria e dell'interrogatorio di Reiver.

Secondo Biancardi la peculiarità della situazione è data dal fatto che "c'e' una detenuta in Italia e un altro sospettato a Cuba, su cui pesano prove abbastanza sostanziose, dal momento che il nostro GIP ha emesso un provvedimento cautelare anche piuttosto articolato a suo carico''.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biancardi: "missione a Cuba doverosa a causa della gravità dei fatti"

UdineToday è in caricamento