Punto nascita sospeso, ma a Latisana si continua a venire alla luce: fiocco azzurro all'ospedale

Renata Zago (Comitato "Nascere a Latisana"): «I bambini si ostinano a voler nascere qui, la politica deve tenerne conto»

Fiocco azzurro all’ospedale di Latisana. Stamattina - al nosocomio della cittadina - è venuto alla luce un bambino, «latisanese doc» come ha tenuto a precisare Renata Zago, del comitato “Nascere a Latisana”. Ma com’è possibile che sia successo questo? Il motivo ce lo ha spiegato direttamente Zago: «Si può ancora nascere a Latisana, e in questo caso non c'era altra soluzione visto che si trattava di una situazione di emergenza. Il punto nascita è ufficialmente sospeso da marzo 2016 per mancanza di pediatri, ma non è chiuso. Le sale parto sono comunque tenute in funzione: vengono pulite e disinfettate ogni giorno, come se dovesse arrivare qualcuno. Il personale è in forza come prima, e per assurdo la mamma che dovesse rivolgersi a quella struttura sanitaria è ancora più seguita rispetto alle altre partorienti in altre situazioni, perché non c’è nessun altro».  Si tratta del secondo bambino che viene alla luce durante questo periodo “ibrido”. «È già successo a dicembre del 2016, e speriamo che siano sempre di più - sottolinea Zago -. I bambini si ostinano a voler nascere qui, e la politica non può tenere conto di segnali come questi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Minorenne al volante per un giro con sette amici si schianta e muore a 15 anni

  • Chi era Daniele Burelli: aveva una passione profonda per le auto e i motori

  • Incidente all'alba, muore una mamma mentre accompagna la figlia a scuola

  • Taylor Mega ubriaca in diretta tv: "sono friulana, l'alcol dovrei reggerlo"

  • "Non fate il suo stesso errore", così la famiglia Burelli ricorda il ragazzo e lancia un appello

  • Incidente mortale in piazzale D'Annunzio, perde la vita una donna

Torna su
UdineToday è in caricamento