menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il tempio di Cerere a Paestum

Il tempio di Cerere a Paestum

Il Friuli Venezia Giulia alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico

La nostra regione sarà rappresentata a Paestum dalla Fondazione Aquileia: si tratta dell’unico Salone espositivo al mondo del patrimonio archeologico

La Fondazione Aquileia rappresenterà il Friuli Venezia Giulia alla XVIII Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, a Paestum dal 29 ottobre al 1 novembre. L’organismo che collabora nella gestione e nella valorizzazione di alcune aree dell’antica e importante città di epoca romana, sarà presente tra gli espositori nel Salone dedicato al patrimonio archeologico. Per i visitatori della Borsa di Paestum dunque l’occasione per conoscere attività e progetti legati al sito archeologico di Aquileia, dal 1998 Patrimonio Mondiale dell’Unesco.

Per quanto riguarda le sezioni convegnistiche, uno spazio per il territorio friulano è presente nell’ambito della conferenza dedicata ai 50 anni dei Gruppi Archeologici d’Italia, in programma sabato 31 ottobre (Sala Cerere, a partire dalle ore 10). In questa circostanza, tra i vari contributi, figura quello del Gruppo Archeologico Goriziano che illustrerà le proprie attività nel sito archeologico di Gradisca d’Isonzo.

La Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico è sede dell’unico Salone espositivo al mondo del patrimonio archeologico e di ArcheoVirtual, la mostra internazionale di tecnologie multimediali, interattive e virtuali. È luogo di approfondimento e divulgazione di temi dedicati al turismo e al patrimonio culturale. Con i suoi 100 espositori, la presenza di 20 Paesi esteri, 50 tra conferenze e incontri, è appuntamento per addetti ai lavori, operatori turistici e culturali, viaggiatori e appassionati, oltre che opportunità di business con il Workshop tra la domanda estera selezionata dall’Enit e l’offerta del turismo culturale ed archeologico. L’evento, giunto alla XVIII edizione, si svolge dal prossimo 29 ottobre al 1 novembre, nelle suggestive location dell’area adiacente al Tempio di Cerere, del Museo Archeologico Nazionale e della Basilica Paleocristiana, all’interno del Parco Archeologico di Paestum, Patrimonio dell’Umanità Unesco dal 1998.

Diverse le sezioni speciali: ArcheoIncontri, ArcheoLavoro, ArcheoStartUp, Incontri con i Protagonisti, Laboratori di Archeologia Sperimentale, Premio “A. Fiammenghi” per la migliore tesi di laurea sul turismo archeologico, Premio “Paestum Archeologia” per chi contribuisce alla valorizzazione del patrimonio culturale e la novità International Archaeological Discovery Award “Khaled al-Asaad”, riconoscimento alle principali scoperte archeologiche dello scorso anno intitolato al Direttore del sito archeologico di Palmira che ha pagato con la vita la difesa del patrimonio culturale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento