Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Coronavirus, anziani e case di riposo i più colpiti: 87 anni l'età media dei decessi

Degli oltre 9mila ospiti delle strutture per anziani in regione, 669 sono le persone risultate positive, con 143 vittime

Il coronavirus ha colpito maggiormente gli anziani e le case di riposo anche nella nostra regione. Come fa sapere il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, "Tra i 9.745 ospiti delle strutture per anziani del Friuli Venezia Giulia, secondo i dati forniti alla Regione e aggiornati al 30 aprile, il Covid-19 ha colpito 669 persone, mietendo complessivamente 143 vittime, con un'età media di 87 anni tutte con pluripatologie".

Focolai

Come in altre regioni d'Italia, quindi il Covid-19 è entrato prepotentemente nelle case di riposo, dove sono scoppiati diversi focolai nelle ultime settimane. "Infatti, rispetto alle 297 vittime totali poco meno della metà è rappresentata da ospiti di struttura residenziali, ma le azioni di contenimento e mitigazione del virus messe in campo dal sistema sanitario regionale hanno permesso di riportare sotto controllo la situazione", spiega il vicegovernatore.

Zona più colpita

Per quanto riguarda la zona più colpita dal contagio, si tratta "dell'Azienda sanitaria universitaria Giuliano Isontino, con 403 ospiti delle case di riposo risultati positivi al Covid-19 dall'inizio della pandemia tra i 3.821 residenti totali, contro i 195 del territorio afferente all'Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale su 4.046 ospiti e i 71 dell'Azienda sanitaria Friuli Orientale su 1.878 ospiti", continua Riccardi.

Tamponi

A Trieste, invece, "sono stati registrati 398 casi tra gli ospiti delle case di riposo, il primo dei quali il 6 marzo 2020, pari al 33,5% dei casi positivi della provincia di Trieste". Per quanto riguarda i tamponi, "complessivamente nelle strutture dell'area giuliana ne sono stati effettuati 3.284, il 37,2% del totale".

Isolamento

Ma come si sta lavorando per proteggere gli anziani ospiti dal contagio? "La Regione sta lavorando per garantire le migliori cure possibili agli anziani direttamente all'interno delle case di riposo attraverso il personale delle Unità speciali di continuità assistenziale, provvedendo al loro trasferimento solo quando non è possibile assicurare l'isolamento degli ospiti Covid-19 positivi dagli altri", dichiara Riccardi.

Personale

Il vicegovernatore ha quindi confermato che "per quanto concerne il personale, dall'inizio della pandemia, dei 13.640 operatori sanitari del sistema sanitario del Friuli Venezia Giulia, gli infettati sono 267 ma 39 di loro (il 14,6 per cento) sono già guariti, quindi gli attualmente positivi sono 228, pari al 1,96 per cento del totale dei dipendenti. Tra la dotazione organica delle case di riposo regionali, su 7.500 dipendenti sono stati eseguiti 6.470 tamponi e registrati 287 casi (il 3,83%), di cui i guariti sono 73 (il 25,4%); nello specifico a Trieste sono stati registrati 178 casi".

Riconoscimenti

"È molto importante il tema del riconoscimento economico e delle risorse aggiuntive per il personale medico che ha fronteggiato l'emergenza Coronavirus – conclude Riccardi – . Come confermato anche ai rappresentanti sindacali dei medici, la Regione intende riconoscere il lavoro di chi sta combattendo questa battaglia, ma sarà possibile definire la dimensione di questo riconoscimento solo al termine del confronto avviato con lo Stato in tema di finanza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, anziani e case di riposo i più colpiti: 87 anni l'età media dei decessi

UdineToday è in caricamento